giovedì 18 febbraio 2021

ll figlio americano di Rodolfo d'Asburgo. Daniela Lasagnini.






Sono stata lontana da voi e dal mio Blog tre anni circa e non è stato facile rinunciare a tutta l'entusiasmo e la gioia che mi ha sempre donata, ma, sono onesta, non riuscivo a trovare tempo per ogni cosa: il libro che  uscirà tra pochi giorni di cui sono autrice per la MGS Press di Trieste ha richiesto un notevole lavoro e intendevo investire tutte le mie energie innanzitutto in questo.
Ed ora, ad essere di nuovo qui con voi e a parlarvene, sto vivendo una grandissima emozione!
Sapete quanto ami la storia vittoriana e quella delle nobili famiglie del tempo, delle dinastie che allora regnavano sovrane, ma anche delle curiosità legate alla vita di artisti nonché di gente comune, al costume che allora dettava legge anche presso le classi più umili, alla cultura ottocentesca in genere.
E proprio grazie alla mia curiosità storica, ho scoperto quasi per caso l’argomento che è diventato il motivo del mio lavoro di questi ultimi anni.
Ho cominciato conducendo ricerche d’archivio presso alcuni stati americani, per trovare le conferme ad una storia che a suo tempo era solamente detta a mezza voce, bisbigliata nei corridoi dei palazzi sede del potere, e a cui, ancora oggi, solamente documenti custoditi oltreoceano riportati alla luce sono riusciti a ridare vita. 
E l’hanno ridata al suo frutto, nato, dopo la tragedia di Mayerling, dall’amore di Rodolfo per una misteriosa principessa russa, nominata ‘K’, figlia illegittima dello zar, che egli, a suo tempo, avrebbe voluto sposare. Il matrimonio gli fu negato, ma all’amore nessuno può metter freno.
Quando finalmente questa storia mi fu confermata da un familiare discendente che preferisco mantenere anonimo, al lavoro di affinamento della ricerca si è affiancato quello della prima stesura delle bozze, seguito da un’accurata lettura e correzione effettuata in collaborazione  con lo staff editoriale cui mi sono affidata: forse non lo sapete, ma la MGS Press è la casa editrice più preparata in quanto a conoscenza di storia asburgica, collocata non a caso nell’ultima parte che l’impero austro-ungarico perse e che dovette tornare al regno d’Italia.
Ad essa neppure ambivo di riuscire ad avvicinarmi con successo, ed invece tutto questo lavoro si è concretizzato in un libro.
Ve lo presento:


Il 30 gennaio 1889 a Mayerling – in circostanze che non sono state ancora del tutto chiarite e forse mai lo saranno – muore l’erede al trono d’Austria-Ungheria, Rodolfo d’Asburgo. Cinque mesi dopo, dall’altra parte dell’Oceano, in Arkansas, nasce suo figlio, l’erede maschio che non ha avuto dalla moglie Stefania. 
Chi è la donna che il 21 giugno di quell’anno mette al mondo a Hot Springs Rudolf Franz Alexander Napoleon Augustus Maximilian Karl Josef? È davvero una principessa russa? Si dice sia una figlia illegittima dello zar Alessandro II...
Sono in molti a cercare di scoprire l’identità della misteriosa “Principessa K” di cui si invaghisce Rodolfo; così come saranno in molti a cercarne il figlio americano, perché sono tanti gli interessi che vorticano intorno a un presunto erede dell’imperatore Francesco Giuseppe. 
Il bambino dai natali regali intanto cresce in un orfanotrofio per poi incontrare, come nelle migliori fiabe, chi si prenderà cura di lui amorevolmente, aiutandolo a trovare la sua strada in una giovane America dalle mille opportunità. Ma come mai quest’orfano, apparentemente privo di relazioni, avrà la fortuna d’esser sempre circondato da personalità di una certa caratura estremamente sollecite nei suoi confronti?
Naturalmente segreti così scottanti, come quello di un figlio illegittimo di Rodolfo, sono difficili da mantenere. Ed ecco che dalla remota Austria Francesco Giuseppe ordina alla sua Polizia segreta di cercare il bambino per tentare di riportarlo nel Vecchio Continente. E chissà come sarebbe andata la Storia se il tentativo avesse avuto successo… 
Questa è la storia del nipote americano di Francesco Giuseppe ricostruita e raccontata per la prima volta.


E’ una storia talmente incredibile che sembra un romanzo scritto da un talentuoso scrittore, dotato di estro e fantasia, ma, credetemi, tutto corrisponde alla realtà, dall’inizio alla fine, è un saggio storico! Ed proprio per la sua eccezionalità, che condusse un erede al trono degli Asburgo a nascere e crescere nell’America dei pionieri e dei cercatori d’oro, che questa storia mi ha entusiasmata già dal primo momento ed ho voluto con tutta me stessa che diventasse una storia da raccontare a tutti.
E con lo stesso entusiasmo ve ne ho parlato oggi nella speranza che, in voi, divenga viva curiosità di leggerla.
Lo trovate in prevendita sul sito della casa editrice nel catalogo dedicato agli Asburgo e disponibile a partire dal 1 marzo.

DANIELA LASAGNINI, Il figlio americano di Rodolfo d’Asburgo, Trieste, MGS Press, febbraio 2021.


A presto ♥♡♥








Rudolph of Habsburg’s American son.

I have been away from you and from my Blog for about three years and it was not easy to give up all the enthusiasm and the joy that it all has always given me, but, honestly, I wasn’t able to find time for everything: the book that will be published in a few days, which I am the author of for the MGS Press of Trieste, required a lot of work and I intended to invest all my energies first of all in this.
And now, to be here with you again and to talk to you about it, oh what a great emotion it means to me!
You know how much I do love the Victorian history and that of the noble families of the time, the history of the dynasties that reigned supreme during that age, but also the curiosities related to the life of artists as well as of common people, the habits dictating law then even among the humblest classes, the culture of the XIXth century in general.
And thanks to my historical curiosity, I discovered almost by chance the topic that has become the reason for my work in these last years.
I started by conducting archival researches in some American States, to find the confirmation of a story that at the time was only said in a low voice, whispered in the corridors of the buildings seat of power, and to which, even today, only documents kept overseas brought to light have managed to restore life.
And they gave it back to its fruit too, born, after the Mayerling tragedy, from Rudolf's love for a mysterious Russian Princess, named 'K', one of the Tsar's illegitimate daughter, whom, at the time, the Austrian Crown Prince wanted to marry. Marriage was denied him, but no one can curb love.
When this story was finally confirmed to me by a descendant family member who I prefer to keep anonymous, the work of refining the research was accompanied by that of drafting, followed by an accurate reading and correction carried out in collaboration with the editorial staff I have relied on: perhaps you do not know it, but MGS Press is the most prepared publishing house in terms of Hapsburg history, not by chance located in the last part that the Austro-Hungarian Empire lost and that had to return to kingdom of Italy after the Great War.
I didn’t even aspire to be able to approach it successfully, and instead all this work has resulted in a book.
And now I’m presenting it to you:


On January 30th, 1889, in Mayerling - in circumstances that have not yet been fully clarified and perhaps never will be - the heir to the throne of Austria-Hungary, Rudolf of Habsburg, dies. Five months later, on the other side of the Ocean, in Arkansas, his son was born, the male heir that he didn't have had from his wife Stefania.
Who is the woman who gave birth to Rudolf Franz Alexander Napoleon Augustus Maximilian Karl Josef in Hot Springs on June 21st of that year? Is she really a Russian Princess? She is said to be an illegitimate daughter of Tsar Alexander II ...
Many people try to discover the identity of the mysterious "Princess K" with which Rudolf fell in love; just as many people will be looking for his American son, because there are many interests correlated with an alleged heir of the Emperor Franz Josef.
Meanwhile, the child with royal roots grows up in an orphanage and then meets, as in the best fairy tales, who will take care of him lovingly, helping him to find his way in a young America with a thousand opportunities. But how this orphan, apparently without relationships, will have the good fortune of always being surrounded by personalities of a certain caliber extremely attentive towards him?
Of course burning secrets, such as that of an illegitimate son of Rudolf, are difficult to keep. And so, from the remote Austria, Emperor Franz Josef orders his secret police to look for the child to try to bring him back to the Old Continent. And let’s try to wonder how this story would have gone on if this attempt would have been successful ...
This is the story of Franz Josef’s American grandson, reconstructed and told for the first time.


It is such an incredible story that it looks like a novel written by a talented writer, gifted with flair and imagination, but, believe me, everything corresponds to reality, from its start to its finish, it's a historical essay ! And precisely because of its exceptionality, which led an heir to the throne of the Habsburgs to be born and raised in the America of the pioneers and gold diggers, that this story thrilled me from the first moment and I wanted with all my heart that it became a story to tell everyone.
And with the same enthusiasm I talked to you about it today in the hope that, in you, it will become a keen curiosity to read it.
You may find it on the website of the publishing house in the catalog of the Habsburgs and available from the first of March.
Alas, as you can imagine, it's written in Italian, and I'm truly sorry for all my foreign readers, who cannot read it ... at least at the moment!


DANIELA LASAGNINI, Il figlio americano di Rodolfo d’Asburgo, Trieste, MGS Press, febbraio 2021


See you soon ♥♡♥












LINKING WITH:



Blue Monday

You're the STAR Blog Hop

Over the Moon Party

Wonderful Wednesday Blog Hop