martedì 29 dicembre 2015

'SILVESTER' - The New Year's Eve in Bavaria, where and when Princess Sisi lived.



SILVESTER, ovvero la vigilia di Capodanno, 
nelle più antiche regioni della Germania,




custodisce tutt'ora ataviche tradizioni, veri e propri riti di passaggio verso il nuovo anno che hanno antichissime origini; quest'oggi mi piace passarle in rassegna con voi, perché sono davvero molto curiose ed interessanti, alcune molto lontane dalle nostre proprio perché dettate dalle così diverse radici culturali e linguistiche e risalenti ad epoche precedenti l'avvento del Cristianesimo ...

  



- RAUNÄCHTE 

La prima citazione ufficiale della Raunacht risale al 1725, a Waldkirchen (Baviera orientale).
Secondo le più antiche credenze popolari, cominciava con il 25 dicembre il periodo mistico delle Raunächte, le notti dell'incenso (Räuchern) che perdurava fino al 6 di gennaio. Il termine "Raunächte" ("Rau" o "Rauch" significa "fumo") ricorda che un tempo si pensava di fermare l'azione malvagia degli spiriti maligni che potevano agire durante la notte riempiendo la casa e la stalla di fumo d'incenso ( da sempre, inoltre, queste notti sono considerate anche importanti notti oracolari in cui si predice il clima dei dodici mesi successivi ): per tenerli sotto controllo si usava far bruciare dell'incenso la notte della Vigilia, a Capodanno e il giorno dell'Epifania. L’assenza di un membro della famiglia durante la celebrazione di questo rito era un segno funesto che faceva presagire sfortuna o disgrazia. In una grande padella piena di brace ardente venivano gettate erbe e resine che producevano incenso con cui la famiglia contadina "purifica" tutti i locali recitando preghiere.


L'usanza delle Raunächte è tipica soprattutto della Baviera e dell'Austria, mentre il rito di incensare le stalle è una tradizione ancora più diffusa: anche in Svizzera, in Boemia e in Alto Adige (Tirolo) si ritrovano tutt'oggi elementi di questo antico uso.
L'incenso era, ed è tutt'ora generato, in quelle regioni che ne serbano il rito, facendo ardere in mezzo ai tizzoni angelica, semi di frassino, resina di pino, fiori di sambuco, lavanda, imperatoria, vischio, salvia e barba di bosco.
Queste piante o resine venivano utilizzate singolarmente o insieme a seconda del gusto; l'incenso, così prodotto, veniva condotto e sparso per tre volte in senso antiorario all'interno dell'abitazione e della stalla.
Altre piante adatte per produrre il "Rauch" sono: radice di mandragola, artemisia, giusquiamo, alloro, ed achillea.




- PERCHTEN & HOLZMANDL

Soprattutto nell'Alta, nella Bassa Baviera ed in Austria fino alla festa dell'Epifania (6 gennaio) è possibile imbattersi specialmente nelle aree alpine poco frequentate in mostruose figure che indossano bizzarre maschere fatte con radici: i Perchten.


La leggenda vuole che queste figure appartengano alla Signora Percht (che significa "la luminosa") la quale simboleggia il sole, che a partire dal solstizio d'inverno ricomincia a crescere in forza e altezza. Secondo l'etimologia del suo nome, questa figura dovrebbe portare gioia, ma nei racconti più antichi è predominante un significato negativo e malvagio. Dell'usanza dei Perchten fanno parte anche gli Holzmandl, piccole creature simili ad elfi, facili da riconoscere in quanto rivestiti di pigne, corteccia, licheni, muschi che ricoprono in inverno gli alberi e null'altro che non sia materiale proveniente dalla foresta, capaci di assumere fattezze umane: se però un essere umano li incontra, si trasformano all'istante in radici !




- BLEIGIEßEN

Silvester era anche il momento propizio per predire il futuro e a questo serviva il Bleigießen: in un cucchiaino si faceva fondere un pochino di piombo e poi lo si versava in acqua fredda e, a seconda della forma che esso assumeva, la persona o i suoi amici potevano predire cosa avrebbe riservato oro l'anno venturo: se il piombo assumeva la forma di un cuore o di anello il significato era palese, matrimonio in arrivo, se assomigliava ad una barca si trattava di un viaggio, ad un maiale o ad un grasso animale prosperità, se ad una balena allora sarebbero stati necessari espedienti per dimagrire; l’unica forma non auspicabile era una perfetta sfera che significava che la fortuna sarebbe 'rotolata' via.


Altre tradizioni legate al Capodanno tedesco riguardano i portafortuna che vengono tutt'ora scambiati o regalati la notte di San Silvestro, in genere a forma di cioccolatino, che rappresentano piccoli maiali, sempre simbolo di prosperità, trifogli, ferri di cavallo e spazzacamini, simbolo di pulizia in attesa del nuovo anno ( in Austria è di buon auspicio scambiarsi anche figurine a forma di fungo e quadrifoglio ).




- SILVESTER ABENDESSEN

La tradizione legata alla cena di capodanno più diffusa impone di lasciare un po’ della cena preparata e consumata nelle ore precedenti i festeggiamenti fin dopo la mezzanotte: è un omaggio al nuovo anno in modo che appena arrivato inizi nel segno dell’abbondanza. Il piatto più tradizionale servito nel corso del cenone di Capodanno è da sempre a base di aringa accompagnata con un contorno di verze, carote e patate. Anche condividere forme di formaggio è considerato di buon auspicio, e così, come in molti altri Paesi Europei, mangiare insieme le lenticchie. I piatti sono preparati non solo per gli invitati, ma anche per i vicini, con scambi che servono a cementare la reciproca conoscenza. La cena di Capodanno non è completa senza la Fondue o il Raclette, preparati direttamente a tavola con piastre calde. E poi naturalmente i dolci di mandorle, le Neujahrsbretzeln,


le ciambelle di Capodanno. Dopo la cena, mentre si mangiano noci, nocciole e uvetta, tutti simboli portafortuna, si beve birra o vino e allo scoccare della mezzanotte si brinda bevendo Feuerzangenbowle, la bevanda della fraternità. 





- FEUERZANGENBOWLE

Per la preparazione del Feuerzangenbowle serve un'attrezzatura del tutto simile a quella che serve per preparare la fonduta. La scodella è riempita però con vino rosso speziato con cannella, chiodi di garofano e bucce d'arancia (processo del tutto simile alla preparazione del vin brulé). A questo punto viene posta sulla sommità della scodella una Feuerzange (pinza da fuoco, dalla forma simile a quella di un graticcio), su cui verrà appoggiato il Zuckerhut (blocco di zucchero a forma di cono). Al blocco di zucchero, già impregnato di rum (preferibilmente ad altissima gradazione, almeno 54%), si dà fuoco, in modo tale che lo zucchero - caramellandosi - vada a cadere dentro il vino rosso sottostante che intanto si scalda con il sistema della fonduta. Naturalmente, più rum si andrà a versare sullo zucchero, maggiore gradazione avrà la bevanda finale che andrà bevuta in tazze e gustata ben calda.





Era inoltre frequente, un tempo, imbattersi, di giorno e di notte, in fanciulli che facevano suonare i loro campanacci per le vie dei borghi, quasi a voler scacciare l'anno vecchio, che venivano accolti a fondo valle e fatti entrare nelle abitazioni donando loro dolci, soprattutto i 
Lebkucken, che mai mancavano in casa durante tutto il periodo natalizio (conosciuti anche come Pfefferkuchen, Gewürzkuchen e più anticamente come Honigkuchen sono biscotti speziati originari di Norimberga i cui ingredienti sono frutta secca - nocciole, noci o mandorle - agrumi canditi, uova, miele, farina, zucchero, marzapane e varie spezie come cannella, anice, zenzero, pimento, chiodi di garofano, noce moscata. Spesso i Lebkuchen vengono ricoperti di cioccolata o di glassa) e, sempre nelle regioni alpine, già durante i secoli scorsi, allo scoccare della mezzanotte le campane delle chiesette che costellano le vette suonavano a festa salutando così il nuovo anno, venivano sparati petardi e le famiglie più facoltose brindavano con Champagne ed incendiavano i costosi fuochi artificiali che avevano posto in mezzo ai pascoli innevati.


Ed infine, nei centri cittadini più importanti, nel XIX°secolo era usanza già consolidata quella del Christmarktkindl, il Mercatino di Natale che vanta origini antichissime - contrariamente a quanto oggi siamo portati a pensare - poiché il primo di cui si abbiano notizie certe è quello di Dresda che risale, pensate, al 1400: il primo documento che ci parla di un Mercatino di Natale è infatti datato 1434 e cita uno Striezelmarkt che si tenne a Dresda, il lunedì precedente il Natale e che mutuava il proprio nome dal dolce tipico del luogo, la 'treccia' denominata 'Striezel', appunto; più tardi, la Riforma protestante, volle che il nome fosse mutato in Christkindlmarkt, per opposizione al culto dei Santi. 
Altri antichi mercati natalizi che vantano tradizioni storiche sono quello di Strasburgo, che risale al 1570, e quello di Norimberga che si tenne per la prima volta nel 1628, che già si protraevano fino al giorno dell'Epifania.


E salutiamo quindi quest'anno che sta per lasciarci ...



Come spirito glorificato
L'angelo dell'anno dice addio, depone le vesti, 
Verdi in primavera 
O rilucenti dell'azzurro estivo.

E avendo compiuto la sua missione in terra,
Riempite di biondo grano mille valli,
Frutteti di rosei frutti,
E sparsi i suoi fiori intorno ...

Indugia per un attimo a ponente,
Mentre il sole calante volge al tutto
Un dolce sorriso di saluto
e poi ritorna a Dio.1 





Possa il Nuovo Anno portare a ciascuno di voi, miei carissimi ed affezionati amici e lettori, salute, gioia, prosperità in gran copia !

A presto 












Bibliografia:

Johann Beerens, Von Neujahr bis Silvester: Brauchtum und Tradition im Jahreslauf, Books on Demand, 2011;

Eva Biegert, Das Große Weihnachts-und Silvester-Buch: Brauchtum & Tradition, Weihnachtsgeschichten & Gedichte, Weihnachtslieder, Backrezepte & Festmenüs, Burda Verlag, 2012;

Wikipedia.




Citazioni:

1 - Edith Holden, IL DIARIO DI CAMPAGNA DI UNA SIGNORA INGLESE DEL PRIMO NOVECENTO, Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1979, pag. 135.














SILVESTER, or New Year's Eve,
in the oldest regions of Germany,




- picture 1




still keeps ancestral traditions, real rites of passage to the New Year which have far ancient origins; today I like to review them with you because they are very curious and interesting, some very far from ours because dictated by very different cultural and linguistic roots dating back to the times before the advent of Christianity ...






- RAUNÄCHTE

The first official mention of Raunacht dates back to 1725, in Waldkirchen (Eastern Bavaria).
According to the most ancient folk beliefs, it begun with December 25th the mystical period of Raunächte, the nights of the incense (Räuchern) which lasted until January 6th January. The term "Raunächte" ("Rau" or "Rauch" means "smoke") recalls that it was once thought to stop the negative influences of evil spirits that could act at night, filling the house and the stable of incense smoke (since ever, also, these nights are also considered important oracular nights where could be predict the climate of the following twelve months): to control them they used to burn incense on Christmas Eve, on the New Year's Eve and on the day of Epiphany. The absence of a family member during the celebration of this rite was an ominous sign that presaged bad luck or misfortune. In a large skillet full of hot coals were thrown herbs and resins producing incense with which the peasant family "purifiedy" all the rooms saying prayers.




- picture 2




The custom of Raunächte is typical especially in Bavaria and Austria, while the rite of incense the stables is a tradition even more widespread: in Switzerland, in Bohemia and in South Tyrol (Tirol) we may still today find elements of this ancient use.
The incense was generated, and still it is in those regions preserving this ritual, burning, amid the embers, angelica seeds, ash, pine resin, elderflower, lavender, imperious, mistletoe, sage and beard forest.
These plants or resins were used individually or together depending on taste; the incense, thus produced, was conducted and shed for three times counterclockwise inside the home and the stable.
Other plants suitable for producing "Rauch" are: mandrake root, mugwort, henbane, laurel, and yarrow.





- PERCHTEN & HOLZMANDL

Especially in the Upper, Lower Bavaria and Austria until the day of the Epiphany (January 6th) it was quite common to find, especially in Alpine areas unlived-in monstrous figures wearing strange masks made with roots: the Perchten.




- picture 3




Legend has it that these figures belong to Mrs. Percht (which means "light") who symbolizes the sun, that, from the winter solstice, begins to grow in strength and height. According to the etymology of her name, this figure should bring joy, but in the oldest stories it is predominan a negative and evil meaning. The custom of Perchten also includes the Holzmandl, small creatures like elves, easy to recognize as coated with pine cones, bark, lichens, mosses that cover the trees in Winter and nothing else which is not material coming from the forest, capable of assuming human features: but if a human being met them, they immediatly transform themselves into roots !





- BLEIGIEßEN

Silvester was also the most suitable moment in which to predict the future and for this was used the Bleigießen: in a teaspoon it was melt a little of lead and then it was poured into cold water and, depending on the form it took, to the person or his friends, was predicted what would the coming year bring: if the lead took the shape of a heart or of a ring the meaning was clear, wedding coming up, if resembled a boat it meant a trip, if a pig or a fat animal it meant prosperity, if a whale then it would be necessary to do something to loose weight; the only undesirable shape was a perfect sphere which meant that luck would be 'rolled' away.




- picture 4




Other traditions associated with the German New Year concern lucky charms that are still today exchanged or given  as gift during the New Year's Eve, usually in the form of chocolate, representing little pigs, always a symbol of prosperity, clovers, horse shoes and chimney sweeps, symbolizing cleaning in anticipation of the new year (in Austria bodes to exchange also little figures shaped like mushrooms and four-leaf clover).





- SILVESTER ABENDESSEN

The widespread tradition of the New Year's Eve dinner imposes to leave some dinner prepared and eaten in the evening till after midnight as a tribute to the new year just arrived in the early sign of abundance. The most traditional dish served during the New Year's Eve is always based on herring accompanied with a side dish of cabbages, carrots and potatoes. Also to share cheese wheels is considered auspicious, and so, as in many other European countries, eating together lentils. The dishes are prepared not only for the guests, but also for the neighbors, with exchanges useful to cement mutual understanding and benevolence. New Year's dinner is not complete without the Fondue or the Raclette, prepared right at the table with hot plates. And then, of course the cakes made of almonds, the Neujahrsbretzeln,




- picture 5




a New Year's cake braid-shaped. After dinner, while you eat walnuts, hazelnuts and raisins, all symbols of luck, you drink beer or wine, and at midnight you toast drinking Feuerzangenbowle, the drink of brotherhood.





- FEUERZANGENBOWLE

For the preparation of the Feuerzangenbowle it's necessary a piece of equipment similar to that which is used to prepare the fondue, but the bowl is filled with red wine spiced with cinnamon, cloves and orange peel (process very similar to the preparation of mulled wine). At this point it is placed on the top of the bowl a Feuerzange (caliper for the fire, with a shape similar to a trellis-work), on which will be laying the Zuckerhut (a block of sugar cone-shaped). The block of sugar, already impregnated with rum (preferably with a very high alcohol content, at least 54%), is set on fire, so that the sugar, candying, goes to fall into the red wine below that in the meanwhile is heated with the system of the fondue. Of course, more rum you will pour on the sugar, more alcohol will have the final beverage that will be drunk in cups very hot.




- picture 6




It was also frequently once, day and night, to run into children who were playing their cowbells in the streets of the smallest villages, as if to chase away the old year, which were welcomed in the valley and ushered in the homes by donating their desserts, especially the Lebkucken, who never lacked at home during the Christmas period (also known as Pfefferkuchen, Gewürzkuchen and more anciently as Honigkuchen, these are spiced cookies originating in Nuremberg whose ingredients are nuts, hazelnuts, walnuts or almonds, candied citrus fruits, eggs, honey, flour, sugar, marzipan and various spices such as cinnamon, anise, ginger, allspice, cloves, nutmeg. Often Lebkuchen are covered with chocolate or icing) and, always in the Alpine regions, already during the past centuries, as soon as the midnight arrived, the bells of the little churches that dot the peaks sounded so festive greeting the new year just arrived, they were fired firecrackers and wealthy families, toasting with Champagne, lit their expensive fireworks that had set in the snow-covered pastures.




- picture 7





And finally, in the centers of the most important cities, in the XIXth century it was a custom already established that of the Christmarktkindl, the Christmas Market which has so ancient origins - contrary to what we tend to think today - for the first of which we have some certain news is that of Dresden dating back, think, to 1400: the first document that speaks of a Christmas Market is in fact dated 1434 and cites a Striezelmarkt which was held in Dresden, the Monday before Christmas and was named after the typical sweet, called 'Striezel', precisely; later, the Reformation, changed the name to Christkindlmarkt, for opposition to the cult of Saints.
Other ancient Christmas Markets that boast historical traditions are those of Strasbourg, which dates back to 1570, and  of Nuremberg, which was held for the first time in 1628, both already went on until the day of the Epiphany.



And so let's say goodbye to this year which is about to leave us ...




As glorified spirit
The angel of the year says goodbye, put his outer garments,
Green in spring
O glittering of the summer blue.

And, having fulfilled his mission on earth,
Filled with blond wheat thousand of valleys,
Orchards of rosy fruits,
And scattered of his flowers all around ...

Lingers for a moment to the west,
While the setting sun gives to the whole
A sweet smile of greeting
and then return to God.1 page 153




May the New Year bring to each of you, my dearest and beloved friends and readers, health, happiness and prosperity in abundance !


See you soon 











Bibliography:

Johann Beerens, Von Neujahr bis Silvester: Brauchtum und Tradition im Jahreslauf, Books on Demand, 2011;

Eva Biegert, Das Große Weihnachts-und Silvester-Buch: Brauchtum & Tradition, Weihnachtsgeschichten & Gedichte, Weihnachtslieder, Backrezepte & Festmenüs, Burda Verlag, 2012;

Wikipedia.




Quotations:

1 - Edith Holden, IL DIARIO DI CAMPAGNA DI UNA SIGNORA INGLESE DEL PRIMO NOVECENTO, Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1979, page 135.



47 commenti:

  1. Ciao cara!Come è bella la prima immagine!A volte si festeggia e non si sa il motivo!Tutto ciò che si fa nel presente ha un passato lontano!E' bello sapere delle tradizioni delle varie parti del mondo!Grazie a te che ci tieni romanticamente informate!Ti porgo i miei più cari auguri per un sereno anno nuovo a te e alla tua famiglia!Bacioni,Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Rosetta
      ed io ringrazio chi, come te, ha un cuore grande e colmo di buoni sentimenti in grado di apprezzare anche le più piccole cose ... è una tale gioia averti conosciuta e tenerti accanto, sei una donna davvero molto speciale !

      Che il Nuovo Anno porti anche a te e ai tuoi cari tanta Serenità, Pace, Salute, Armonia, te lo auguro con tutto il cuore, carissima ⊰✽♡✽⊱

      Elimina
  2. Dearest Daniela, why is it that every time I come here I feel relaxed and fulfilled? Thank you so much! Your first animated image reminds me of a store we have here in Montreal. Every year they have a beautiful and animated Christmas display in their window that brings so much joy to young and old alike, and it is not uncommon to see crowds gathered outside the store admiring the window display! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Linda
      your words blessed my heart, dearest friend of mine !
      I wonder how fortunate I am to have by my side such a marvellous Lady ...

      ஐ Sending blessings to you and your dears on your New Year ஐ

      Elimina
  3. Come sempre, mia cara amica, mi hai intrattenuta piacevolmente con i tuoi racconti. Ho trovato tutto molto curioso. Non sapevo che i primi mercatini natalizi avessero origini così lontane, addirittura nel 1400! Ti auguro un 2016 ricco di liete e romantiche sorprese
    Bacioni
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Alessandra
      che gioia mi dà leggere che il tempo che hai trascorso qui è stato lieto e gradevole, è questo il mio dono per voi ... sempre !

      Sì, i Mercatini dell'Avvento vantano antichissime origini, ci riportano all'inizio del nostro Rinascimento ed hanno proprio in terra di Germania le loro radici ... se conosci almeno un po' le regioni germanofone, saprai sicuramente il culto che hanno per il Natale, che ben poco ha a che spartire con il nostro ... basta varcare le Alpi per avvertire il calore con cui anche gli austriaci lo vivono, tutte le festività sono molto più sentite che qui da noi, anche la Pasqua, la Pentecoste ( che noi non festeggiamo da secoli ) che viene celebrata con processioni emozionanti di bambini che sembrano tanti piccoli Angeli che recano sul capo corone di fiori di campo appena colti ... trovarcisi comunica una gioia immensa !

      Contraccambio con tanto affetto e riconoscenza gli Auguri per l'Anno Nuovo, carissima, preziosa amica, estendili anche ai tuoi cari, e che sia per tutti, davvero, un Buon 2016 ಌ•❤•ಌ

      Elimina
  4. Mi hai dato l'opportunità di scoprire tradizioni che proprio non conoscevo , interessanti e davvero curiose.
    L'immagine animata d'inizio post è molto simpatica.

    E così è arrivato il momento di scambiarci gli auguri di Buon Anno,
    un augurio colmo d'affetto
    Franca


    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Franca
      inestimabile amica mia, ho letto solamente ieri sera, molto tardi, la tua graziosissima mail, scritta con il cuore, che con il cuore prima che con lo sguardo ho letto e, non appena avrò ultimato qui, sarà mia premura risponderti con il medesimo affetto con cui me l'hai inviata !

      Come sempre ti sono grata per la soavità che sempre rechi con te e, con un abbraccio colmo di affetto sincero e di ammirazione, contraccambio gli Auguri per l'Anno Nuovo, grazie carissima, per tutto ciò che dai e per come sei ❥

      Elimina
  5. The incense ritual is very interesting. I was given a gift from Oman, South Africa. I just love the scent of Frankincense burning, but the smoke filling the house was too much for me. Happy New Year Dany!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Andrea
      I'm always overjoyed to have you here and to read your always interested, sweet words, my dearest friend !

      May your New Year be filled with serenity, health and ... dreams to come true !
      ༺♡༻ Wholeheartedly ༺♡༻

      Elimina
  6. Very interesting, my Father's side of the family came from Germany and every New Years eve we would have a fondue but we cooked chunks of steak in it, I wonder if that was a tradition passed down from his family, so sad but my Father was the last of the family and he passed away 3 years ago so I have no one to ask. It is so interesting to read all the traditions and thoughts they had on how they celebrated the coming of the new year. Like you said so different from how we do it today.
    Wishing you a wonderful and very blessed New Year!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Connie
      you see, these friendships of ours, even if virtual, give us the chance to know one another and discover always something new about ourselves, isn't it amazing ?!?
      I also have Saxon roots on my Father's side whose grandmother's family came from Austria and arrived in Lombardy in the mid XIXth century when it was still part of the Austro-Ungarian Empire ... unfortunately he also lost her as a child and had no opportunity to get really in touch with these traditions, also if I feel that a part of me belongs to this wonderful Land I love so much !

      With so much thankfulness for the precious friendship linking us in such a lovely way, I wish you all the Best to you and those you love for the New Year coming,
      sending blessings and sweet hugs, my beautiful Lady ♥⋰*⋱♥

      Elimina
  7. Dany, I enjoyed reading about these interesting 'Silvester' traditions !
    Thanks for your always lovely comments this past year ...
    Wishing you a wonderful New Year's Eve and all the best in 2016 ... that all your dreams will come true !
    So nice to have a friend like you ...
    Sylvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Sylvia
      my darling, your words go straight to my heart and fill it with emotion and true joy, I also feel so proud to have you as friend, you're so dear to me !!!

      I wish you and your family too a Very Happy New Year filled with the most beautiful things you could desire,
      with sincere love ☆≼♥≽☆

      Elimina
  8. Carissima Daniela, sempre preziose e piacevoli le tue narrazioni. Apprendere tradizioni così belle e diverse dalle nostre è davvero coinvolgente e molto interessante.
    Ancora tanti auguri di un felice Anno Nuovo a te ed alle persone che ami
    Con affetto Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Susanna
      mia dolcissima amica, è con il cuore che ti ringrazio per le sempre bellissime parole, sei davvero adorabile !

      Ti giungano graditi e gioiosi i miei più sentiti auguri per l'Anno Nuovo, che sia sereno e lieto per te e per i tuoi cari, ti abbraccio forte, con tanto affetto e riconoscenza ஐღ*ღஐ

      Elimina
  9. Incantata come una bimba davanti ad un negozio di giocattoli. Affascinata dal tuo tanto sapere, ti ringrazio per aver arricchito il mio bagaglio di conoscenza, di usanze e tradizioni a me fino ad oggi sconosciute. Ma quante cose sai cara Daniela? Adoro il modo che hai di raccontare, di catturare la nostra attenzione, prenderci per mano, e portarci a passeggiare tra le ali delle radici di culture diverse dalle nostre. Mille volte grazie, grazie anche per regalarci, momenti di evasione, momenti che ci aiutano talvolta ad alleggerire giornate faticose, molto faticose. Un forte abbraccio cara Daniela, e tanti cari auguri per un nuovo anno all'insegna dell'armonia, pace e tanta salute. Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Paola
      senza parole ... sì ... rimango letteralmente senza parole, mia cara, dopo aver letto ciò che mi hai scritto con tanta, troppa generosità ... provenendo poi da una persona profonda quale sei, le tue parole mi risultano altresì più importanti e preziose ... che posso dirti ... grazie ... infinitamente ... !!!

      Contraccambio con tutto il cuore il bellissimo augurio per l'Anno Nuovo, che possa recare con sé solo cose per cui gioire anche a te, alle persone che ami e che ti sono accanto, con un abbraccio colmo di calore, di stima e di gratitudine •ಌ•✮•ಌ•

      Elimina
  10. Thank you for sharing these typical and joyful festive moments with us!
    I wish you the best for this new year!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Christelle
      it's my pleasure, darling friend, and when I read your words of appreciation, my mood goes up to the stars !!!

      Thank you for your Good Wishes, my sweetest Lady, may the New Year bring just beautiful things and dreams to make come true to you too, with true love ♡⊰♥⊱♡

      Elimina
  11. Dany, I am always learning something new from you on your blog. The New Year's history is fascinating. Interesting to leave a plate of dinner overnight. I think the puppy would help herself while we were sleeping! Happy New Year!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Gina
      you're so nice, my beautiful friend !!!

      I wish you and your family a blessed New Year, darling, sending love and sweet hugs ⊰✽*✽⊱

      Elimina
  12. Auguro un 2016 meraviglioso, prosperità,salute e serenità
    a te e ai tuoi cari, mia cara Dany. Un anno pieno di
    cose belle e di tuoi desideri.
    Ti abbraccio con tanto affetto
    BUON ANNO
    Love Susy ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Susy
      tesoro caro,
      auguro anche a voi un mondo di cose belle, speranze da concretare, sogni da realizzare e salute di cui godere, e che il mio augurio raggiunga il tuo cuore in nome di tutto il bene che ti voglio, carissima, spero di riabbracciarti presto, lo spero davvero !

      ღ With so much love and joy ღ

      Elimina
  13. I love the last photo of the Christmas market and I'd love to visit a market one day. The history of New Year's celebrations is very interesting. I hope you have a very happy New Year!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Stacy
      my lovely friend, Christmas Markets are so fascinating and still preserve their ancient history, visiting them you can feel that you're enjoying something so very old, which 'smells' of the true Christmas Spirit ... The most beautiful are the most ancient, of course, but here in Northern Italy, where the Habsburg Empire arrived, we also have some beautiful example of them.
      I've visited that of Salzburg two years ago and there are no words to describe it ... you seem to live a Grimm's fairy tale !

      May your New Year be blessed with much Joy and Health, my dearest Lady, thank you so much for your beautiful, precious friendship ಌ•❤•ಌ

      Elimina
  14. Happy New Year dearest Dany. I pray for all good things for you.
    Many hugs.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ annie
      my graceful friend with a delicate soul, I thank you with all my heart for your beautiful words and the Good Wishes, so heartfelt, and dictated by your sweetness and the delicacy of your nature, you're such a blessed creature !

      May the New Year bring you and yours all the best you could ever wish,
      thinking of you with so much love and thankfulness ✿⋰♥♡♥⋱✿

      Elimina
  15. Daniela carissima,
    il nuovo anno ti giunga foriero di vere gioie e di soavi doni.
    Buon anno di pace, sorrisi, salute e spero che sia un anno un po' magico!
    Auguri di vero cuore a te e ai tuoi cari.
    La tua amica Luci@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Luci@
      contraccambio con tutto l'affetto, la stima e l'ammirazione che ho per te, mia cara, i tuoi graditissimi e speciali auguri, nella speranza che l'Anno appena cominciato giunga, a te e a coloro che ami, colmo solamente di cose per cui gioire !

      ༺ಌ❀ಌ༻ Ti abbraccio con il cuore ༺ಌ❀ಌ༻

      Elimina
  16. CHE MERAVIGLIA!UN ABBRACCIO GRANDE E BUON ANNO!SIMONA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ SIMONA
      che il Nuovo Anno rechi tanta gioia e salute anche a te e ai tuoi cari, grazie di cuore per gli auguri e per essere qui, mia cara, ti mando un forte abbraccio ed un bacio, con tanto affetto ed ammirazione ⊰ღ*ღ⊱

      Elimina
  17. Dear Daniela, another wonderful post full of the most fascinating details of past rituals of the New Year. I loved the photos too especially of the Christmas market! Can't you just imagine going around the stalls dressed in your finery and bonnets trimmed for Christmas? I'd love it!
    So glad to have met you through blogging and wishing you a very happy and prosperous New Year!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Christine
      I'd love to have such a walk among the stalls of an ancient style market too, actually in Northern Italy, in Germany and Austria Christmas Markets have preserved their ancient characteristics and it's easy to see women in the typical old long gowns going around ... it's something like to make a jump back in the past, believe me !
      I also feel I have to thank you most sincerely for your wonderful friendship that last year has gifted me, you're such a beautiful Lady, and I'm sending you my most heartfelt Good Wishes for a Happy New Year, filled with the most beautiful things you and your loved ones could ever wish,

      ⊰♥⊱ with dear love and sweet hugs ⊰♥⊱

      Elimina
  18. Cara Dany,
    Averti conosciuta anche solo virtualmente è stato un immenso piacere nell'ultimo anno e la speranza che possa incrociarti tante volte ancora nel nuovo anno è una cosa che desidero. Auguro a te e a tutti i tuoi cari un anno ricco di salute e che tu possa trovare tanta felicità e serenità! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ WOODY
      mia dolce amica, io sono sempre qui, ogni qualvolta lo vorrai e ne avrai il tempo ed il piacere, per me sarà sempre una grande gioia accoglierti e leggere le tue graziose e sentite parole, ti sono sinceramente grata per questa amicizia che ci lega, credimi !

      Contraccambio di vero cuore gli auguri per l'Anno Venturo, che sia sereno e prodigo di sogni da realizzare anche per te, e per i tuoi cari, mia cara, trascorri un sereno weekend, il primo del 2016 ❥

      Elimina
  19. What a beautiful blog, you have! Simply lovely...

    Thank you so much, for translating it, into English.

    Gentle hugs,
    Tessa
    (upper NE of the US)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Tessa
      I thank you most sincerely, it's my pleasure having you here !!!
      As for the translation in English, actually I don't trust in all the means the web offers for translating from Italian into English, we have a far too different grammar which, if not properly considered, turns upside down the meaning of a whole phrase; and after all I do love your mother tongue, which is my second language, that I try to 'keep alive' in this way.

      I'm coming and visit you to reciprocate the gift you've presented me, my new friend, with much joy I wish you a most Happy New Year╰☆╮

      Elimina
  20. Customs can be so different and yet similar across the continents, can't they?
    I hope your Christmas was nice and I send you best wishes for 2016 Daniela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Judith
      I do agree with you, dear friend, and I think it to be so charming and interesting, don't you ?
      I'm so very grateful for your lovely friendship, you're the gentleness and the kindness in person, a true gift of the last year !

      May the New Year just begun bring you and your dear ones Joy, Health and Abundance,
      ༺❤༻ sending love ༺❤༻

      Elimina
  21. I am back, to say that I love reading about different cultural and linguistic roots dating back to the times before the advent of Christianity ... So thank you!

    My paternal grandfather was from Germany and my paternal grandmother was from Austria. :-)

    Gentle hugs, to you...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Tessa
      I'm so glad to have you back here and to read that we've one thing which makes us equal: I also have Austrian roots, my father's grandmother came from Austria, her uncle was a general in the Kaiser's army and became an Interior Minister of Moldavia in Vienna ( actually Moldavia was the place their family came from ) and when he retired he went to live in the Salzkammergut, in a so kind home in Gmunden, I'm sure you know those fabulous places !
      My great-grandmother and her family remained here in Lombardy.

      I hug you while wishing a most wonderful Sunday afternoon and evening and a beautiful start of your new week ahead ஐ*♡*ஐ

      Elimina
  22. I am late in my reading, but no less enchanted with your offering, my dearest, Dany! Those Perchten would indeed scare me into being good! I'm thankful we do not celebrate the ritual here, although Halloween is bad enough. So many interesting traditions! We are thankful that all was peaceful (mostly) in the world as 2016 arrived. Wishing you all JOY in new year, my dear friend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ June
      blessed friend of mine, you truly put a smile on my face !!!

      Yes, my darling, let's hope that this new year of ours will be filled with peace and serenity for us all ... thank you for your good wishes and ... don't worry, you're not too late, everything coming from one's heart always, always arrives in time !

      *♥* Sending so many sweet, tender hugs to you *♥*

      Elimina
  23. Carissima Dany,
    Mi spiace molto non aver potuto leggere prima questo tuo bellissimo post, avrei potuto mettere in pratica alcune di queste curiosità nella notte del 31... Ma pazienza, ci sarà il prossimo anno!:-)
    Intanto ti mando tantissimi Auguri per un sereno e felice 2016! Insomma Frohes neues Jahr, per restare in tema :-)
    Un caro saluto
    Beatrice

    RispondiElimina
  24. La mia maestra preferita!!
    che sempre cose nuove mi fa scoprire...
    La prima immagine è deliziosa,e tutto il resto cose che ignoravo.
    Grazie carissima e..
    Buon Anno!!!
    A

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ A
      è sempre motivo di grande contentezza accoglierti qui e leggere le parole dettate dalla tua dolcezza, mia cara, ancora auguri anche te ಌ•❤•ಌ

      Elimina

I WHOLEHEARTEDLY THANK YOU FOR YOUR THOUGHTS AND WORDS, SO PRECIOUS TO ME.