giovedì 12 novembre 2015

Frances Hodgson Burnett & Great Maytham Hall, her SECRET GARDEN.






"Fu seguendo il dolce volo di un pettirosso, che abbandonò il ramo del susino su cui sostava, desideroso di indicarle la via per la serenità, che ella scoprì una vecchia porta in legno nascosta tra l'edera per mezzo della quale accedette ad un logoro e trascurato walled garden - da tempo nessuno se ne prendeva cura -  di cui iniziò, entusiasta, il restauro, arricchendolo con con centinaia e centinaia di rose dai più dolci profumi. 



Mise un tavolo ed una sedia nel vecchio gazebo, ed abbigliata sempre di un abito bianco ed un grande cappello, 



a grandi falde,vi entrava per scrivere nella pace e nella tranquillità del suo profumato 

Giardino Segreto."


Daniela Lasagnini



Più di un centenario è trascorso dalla pubblicazione della prima edizione del romanzo per l'infanzia The Secret Garden ( 1911 ) ed ancora continua ad incantare grandi e piccini, ad ispirare registi, produttori cinematografici e di canovacci teatrali ...
Non era più giovanissima quando, intorno alla metà del 1890, Frances Hodgson Burnett scopri la magnificenza di Great Maytham Hall e dei 1,700 acri di terreno in cui era immersa, aveva al tempo già scritto la maggior parte dei suoi lavori di successo, ma fu qui che ella trovò il suo SECRET GARDEN.





∼ CENNI BIOGRAFICI ∽



 Drawing of Frances Hodgson Burnett with signature, from the New York Public Library [http://digitalgallery.nypl.org/nypldigital/id?1164534]




Nata il 24 novembre del 1849 nel circondario di Manchester, conosciuta come commediografa e scrittrice inglese, Frances Eliza Hodgson legò il suo nome ( ed il suo successo ) principalmente a romanzi per l'infanzia; terza dei cinque figli, con due fratelli maggiori e due sorelle minori, della prole di Edwin Hodgson e di Eliza Boon, la sua famiglia apparteneva alle classi medio-alte della città ed, essendo il padre un negoziante di ferramenta che lavorava in un centro industriale ( anche se la maggior parte delle industrie di Manchester erano tessili ) potevano permettersi un certo benessere che consentiva loro di mantenere anche una domestica ed una nurse.
La Guerra di Secessione in America che ebbe inizio nell'aprile del 1861 bloccò del tutto le esportazioni di cotone per cui gli abitanti di Manchester, poco a poco, caddero in miseria, motivo per cui gli Eliza Hodgson, divenuta capofamiglia dopo la morte del marito, decise di vendere tutti gli averi degli Hodgsons in Inghilterra per seguire il fratello il quale era emigrato nel Tennessee dove ora stava mandando avanti un fiorente negozio di merci secche. Nel 1865, quando Frances aveva sedici anni, la famiglia emigrò gli Stati Uniti e si stabilì nei pressi di Knoxville, dove dovettero adattarsi ad una vita ben più modesta rispetto a quella cui erano avvezzi: dopo la fine della guerra che portò commercio nella zona,lo zio di Frances perse gran parte della propria fortuna e non fu in grado di provvedere alla famiglia della sorella appena giunta in terra d'oltreoceano.

I poveri Hodgsons furono così costretti a trascorrere il primo freddo inverno nel Tennessee in una capanna di legno, tipo quelle che siamo usi vedere utilizzate dai pionieri, per poi trovare poco dopo una sistemazione leggermente migliore, una casa che Frances chiamò "Arca di Noè, il Monte Ararat". 
Viveva a quel tempo di fronte a loro la famiglia Burnett, e Frances trascorreva il proprio tempo libero con il giovane Swan Burnett, menomato di conseguenza ad un incidente occorsogli durante l'infanzia che lo rese claudicante e perciò incapace di dedicarsi a qualsiasi attività fisica, iniziandolo alla lettura di autori quali Charles Dickens, Sir Walter Scott e William Makepeace Thackeray che ella già aveva conosciuto nella sua Inghilterra.

Giunta in America Frances iniziò a scrivere per aiutare la famiglia: la sua prima storia venne pubblicata  su The Godey's Lady's Book nel 1868 e dopo di essa, i suoi racconti apparvero regolarmente sullo Scribner's Monthly, Peterson's Ladies' Magazine e Harper's Bazaarfrattanto nel 1870 la situazione si fece ancora più critica quando si spense anche Eliza ...



Maritatasi con Swan M.Burnett, che nel frattempo aveva condotto e concluso i propri studi per divenire medico, nel 1873, Frances pubblicò il suo primo romanzo That Lass o' Lowrie's, una storia sulla vita nel Lancashire nel 1877 cui fecero seguito Haworth's (1879), Louisiana (1880), A Fair Barbarian (1881), e Through One Administration (1883), ed anche lo spettacolo teatrale Esmeralda (1881) scritto insieme con William Gillette.
Nel 1886 pubblicò Little Lord Fauntleroy che noi conosciamo come Il Piccolo Lord ispirato al suo secondo figliolo ( dal matrimonio con Burnett ella ebbe due figli, Lionel and Vivian ) che vendette più di mezzo milione di copie.

Dalla metà degli anni novanta dell'Ottocento Frances scelse di tornare a vivere in Inghilterra e nel 1898 Frances divorziò dal Dr.Burnett sposandosi dopo solo due anni con Stephen Townsend, il suo business-manager. Il secondo matrimonio durò meno di due anni, terminando nel 1902, ma ella aveva comunque trovato la serenità, si era stabilita 
presso Great Maytham Hall 



nel cui ampio giardino ella coltivava le proprie passioni, quella della cura dei fiori e quella della scrittura; ella elesse questo imponente edificio che sembrava un antico maniero feudale - in realtà risaliva la 1721 - quale propria dimora per il decennio seguente, accogliendo ospiti dai nomi di spicco del mondo delle arti tra cui Ellen Terry, Henry James e Rudyard Kipling e vivendovi con Stephen Townsend prima ancora di sposarlo, destando così grande sdegno nel Vicario del villaggio.
I suoi ultimi lavori includono Sara Crewe (1888) - successivamente riscritto come The Little Princess - La Piccola Principessa (1905); A Lady of Quality (1896) - considerato uno dei migliori spettacoli teatrali da lei scritti - e The Secret Garden, ovvero Il Giardino Segreto ( pubblicato nel 1911 ) - forse la sua opera più conosciuta.







∼ THE SECRET GARDEN ∽

“Non possedevo il pettirosso — lui possedeva me — o forse ci appartenevamo l'un l'altro.

Era un pettirosso inglese ed era una persona — non semplicemente un uccello . . . Incontrai questo 'tipo' così particolare nel mio roseto in Kent. Ero certa che fosse nato lì e per almeno un anno egli credette che quello fosse il mondo. Si trattava di un luogo solitario, mistico, chiuso parzialmente da una barriera di vecchi mattoni rossi con dietro un bosco.”



Copertina della prima edizione di The Secret Garden, pubblicata nel 1911




Dopo la perdita del suo primo figlio Lionel nel 1890 cominciò con il prender corpo nella mente della scrittrice l'idea di fare ritorno alla sua nativa Inghilterra, cosa che trovò realizzazione nel 1895 e, quando scoprì nel Kent la residenza di Great Maytham Hall se ne innamorò immediatamente; l'imponente costruzione, immersa nel verde, era allora di proprietà di John Tennant e da lui la prese in affitto nel 1898, dedicando tutto l'anno successivo al ripristino dei giardini in triste stato di decadimento, soprattutto quello scoperto grazie al suggerimento di quel 'curioso' pettirosso: 





le poche righe che fanno da cappello introduttivo a questo post, da me scritte, che riportano alla mente la scoperta da parte della piccola Mary Lennox della porta di quello che diverrà il 'Secret Garden' non sono romanzate, ma corrispondono a realtà ...

Probabilmente in evidente stato depressivo, Frances Hodgson Burnett ritrovò la gioia di vivere nel lavoro in giardino e nell'entusiasmo dato dal creare uno spazio tutto per sé in cui rifugiarsi per scrivere: The Making of a Marchioness (1901) fu il primo romanzo che quel piccolo angolo di paradiso le ispirò e ad esso fecero seguito i già citati The Little Princess (1905) e The Secret Garden (1910).


Great Maytham Hall vista dal Secret Garden




Nel 1909, quando la scrittrice si trovava temporaneamente in America, fu commissionato a Sir Edwin Lutyens il ripristino dell'edifico principale che rimane tutt'oggi uno dei migliori esempi di costruzioni dell'epoca edoardiana in Kent, se non in tutta la Gran Bretagna: il proprietario desiderava fare di Great Maytham Hall una grande residenza di campagna per sostituire la sala in stile georgiano esistente con una vasto salone al piano terra per ricevere ed intrattenere gli ospiti, camere da letto al primo rialzato ed un secondo piano dedicato ai bambini.

Lutyens era responsabile di tutte le rifiniture di pregio di pertinenza architettonica, mentre i lavori di ripristino paesaggistico furono di competenza dell'inseparabile Gertrude Jekyll - il tutto per un costo di £ 24.000 - ... pensate a quanti nomi di prestigio è legato questo luogo !

Purtroppo però la vita di Great Maytham quale residenza famigliare doveva essere di breve durata. Tennant spirò dopo essere improvvisamente sprofondato sul suo tavolo da biliardo nel 1936, e la casa fu venduta dalla moglie due anni più tardi; nel 1840 lo scoppio del secondo conflitto mondiale fece sì che venisse requisita dal governo e cadesse successivamente in declino per recuperare lustro e splendore grazie ad un recente restauro in grado di ricondurre alla luce tutta la sua magnificenza tanto che che quasi fa concorrenza, con i suoi 17 acri di giardini formali, alla residenza di Sissinghurst, di lì poco distante.

Vi lascio con un raro sorriso di Frances Hodgson Burnett, un'altra lady che ci ha dimostrato quanto possa essere prodigioso il prendersi cura di un giardino e soprattutto il contatto diretto con la Natura che ne è sinonimo


e con la citazione di un proverbio cinese che mi sembra del tutto appropriato a questo mio scritto di oggi che spero, con tutto il cuore, abbiate trovato interessante.

Lo dedico ad una dolcissima amica, MINU', che ha espresso il desiderio di leggere un post sul suo romanzo preferito, The Secret Garden ... spero con ciò di avere appagato questa sua aspirazione e di non aver deluso le sue aspettative.



Chiunque ama e capisce un giardino,
 vi troverà dentro la gioia. 


A presto 














Fonti bibliografiche: 


Frances Hodgson Burnett, The Secret Garden, DIAMOND BOOKS EDITION, 1993;

Frances Hodgson Burnett, The One I Knew the Best of All: A Memory of the Mind of a Child (1893), Kessinger Publishing, 2010.










- picture 1




"It was following the gentle flight of a robin, that leaving the branch of the plum tree on which he stood, eager to show her the way to the serenity, that she found an old wooden door, hidden in the ivy, through which came into a threadbare and neglected walled garden - for a so long time no one took care of it - of which began, enthusiastic, the restoration enriching it with hundreds and hundreds of roses from the sweetest scents.






- picture 2




She put a table and a chair in the old gazebo, and always dressed with a white gown and a wide-brimmed large hat,




- picture 3





she entered it to write in the peace 
and the tranquility of her perfumed


Secret Garden."


Daniela Lasagnini




Over a century has past since the publication of the first edition of the novel for children The Secret Garden (1911) and it still goes on enchanting young and old, to inspire directors, film makers and theatrical producers ...
She wasn't very young anymore when, around the middle of 1890, Frances Hodgson Burnett discovered the magnificence of Great Maytham Hall and of the 1,700 acres of land by which it was surrounded, she had at the time already written most of her works of success, but it was here that she found her SECRET GARDEN.





∼ BIOGRAPHY ∽



- picture 4 - Drawing of Frances Hodgson Burnett with signature, from the New York Public Library - [http://digitalgallery.nypl.org/nypldigital/id?1164534]




Born on November 24th,1849 in the district of Manchester, known as a playwright and writer, Frances Eliza Hodgson linked her name (and her success), mainly to novels for children; the third of five children, with two older brothers and two younger sisters, of Edwin and Eliza Hodgson Boon, her family belonged to the middle-upper classes of the town and, being her father an ironmonger who worked in an industrial center 
( Manchester was enriching itself day by day because of its industries, mostly textiles ) could afford a degree of prosperity that allowed him to maintain even a maid and a nurse.
The Civil War in America that began on April 1861 stopped all exports of cotton, that's the reason why all the inhabitants of Manchester, gradually, fell into misery, and thus Eliza Hodgson, become head of the family after the death of her husband, soon decided to sell all the assets of the Hodgsons in England to follow her brother who had emigrated to Tennessee where now he had a thriving store of dry goods. In 1865, when Frances was sixteen years old, the family emigrated to the United States and settled near Knoxville, where they had to adapt to a life far more modest than the one they were accustomed: after the end of the war which led a big trade in the area, Frances's uncle lost most of his fortune and wasn't anymore able to provide for the family of her sister just arrived on the overseas land.

The poor Hodgsons were thus forced to spend their first cold winter in Tennessee in a log cabin, like the ones that we are used to see owned by the pioneers, to find shortly after a slightly better accommodation, a house that Frances called "Noah's Ark, Mount Ararat. "
At that time in front of them was living the Burnett family and Frances spent her spare time with the young Swan Burnett, maimed as a result of an accident which occurred during his childhood that left him lame and therefore unable to take part to any physical activity, initiating him to read authors such as Charles Dickens, Sir Walter Scott and William Makepeace Thackeray who she already had known in her native England.

Just arrived in America Frances began writing to support her family: her first story was published in The Godey's Lady's Book in 1868 and after it, her stories were regularly present on the Scribner's Monthly, the Peterson's Ladies' Magazine and Harper's Bazaar; meanwhile in 1870 the situation became even more critical when also Eliza died ...




- picture 5



Married with Swan M. Burnett, who in the meantime had conducted and completed his studies to become a doctor, in 1873, Frances published her first novel That Lass o 'Lowrie's - a story about life in Lancashire - in 1877 which was followed by Haworth's (1879 ), Louisiana (1880), A Fair Barbarian (1881), and Through One Administration (1883), and also the theatrical play Esmeralda (1881) co-written with William Gillette.
In 1886 she published Little Lord Fauntleroy inspired by her second son (from her marriage to Burnett she had two sons, Vivian and Lionel) which sold more than half a million copies.

Since the mid-nineties of the XIXth century Frances chose to return to live in England and in 1898 she divorced from Dr.Burnett marrying after only two years Stephen Townsend, her business-manager. The second marriage lasted less than two years, ending in 1902, but she had found her longed serenity, she had settled at Great Maytham Hall





- picture 6




in the large garden of which she cultivated her passions, both that of the care of the flowers and that of writing; she chose this imposing building that looked like an ancient feudal manor - actually it dates back to 1721 - as her home for the next decade, welcoming guests from the leading names belonging to the world of the arts including Ellen Terry, Henry James and Rudyard Kipling and for living there with Stephen Townsend before marrying him, rousing thus great indignation in the Vicar of the village.
Her latest works include Sara Crewe (1888), later rewritten as The Little Princess (1905); A Lady of Quality (1896) - considered one of the best plays written by her - and The Secret Garden (published in 1911) - perhaps her best known work.







∼ THE SECRET GARDEN ∽

“I did not own the robin — he owned me — or perhaps we owned each other.

He was an English robin and he was a person — not a mere bird. . . This particular one I knew in my rose-garden in Kent. I feel sure he was born there and for a summer at least believed it to be the world. It was a lonesome, mystic place, shut in partly by old red brick hedge with a wood behind it.”




- picture 7 - Cover of the first edition of The Secret Garden, published in 1911




After the loss of her first child, Lionel, in 1890, it began to take shape in the mind of the writer the idea of coming back to her native England, idea which found realization in 1895 and, when she discovered in Kent the residence of Great Maytham Hall she immediately fell in love with it; the imposing building, surrounded by greenery, was then owned by John Tennant and after renting it in 1898, she devoted the very next year to restore the gardens in sad state of decay, especially the one discovered by suggesting of that 'curious' robin:




- picture 8


- picture 9



- picture 10



- picture 11





the few lines that form the introductory chapeau to this post, written by me, which bring to mind the discovery by the little Mary Lennox of the door of what will become the 'Secret Garden' are not fictional, but correspond to reality ...

Probably in a state of depression, Frances Hodgson Burnett found back the joy of life, working in her garden and in the enthusiasm given by creating a space for herself where to retreat to write: The Making of a Marchioness (1901) was the first novel which that little piece of heaven inspired her and it was followed by the already mentioned The Little Princess (1905) and The Secret Garden (1910).




- picture 12 - Great Maytham Hall seen from the Secret Garden




In 1909, when the writer was temporarily in America, it was commissioned to Sir Edwin Lutyens the restoration of the main building that remains one of the finest examples of Edwardian buildings in Kent, if not in the whole Britain: the owner wanted to do of Great Maytham Hall a large country house, replacing the existing Georgian-style lounge, with a large hall on the ground floor to receive and entertain guests, bedrooms on the first floor and a second floor dedicated to children.

Lutyens was responsible for all the high quality finishings of architectural relevance, while the works of landscape restoration were commissioned to the inseparable Gertrude Jekyll - all at a cost of £ 24,000 - ... think of how many names of prestige are tied to this place !

Unfortunately, the fate of the life of Great Maytham as a family residence was to be short-lived. Tennant died after suddenly collapsing on his billiards table in 1936, and the house was sold by his wife two years later; in 1840 the outbreak of the Second World War meant that it was requisitioned by the government and subsequently fell into decline, to recover prestige and glory thanks to a recent restoration able to bring to light all its glory so that it now almost competes, with its 17 acres of formal gardens, with the residence of Sissinghurst, not far from there.



I'm leaving you with a rare smile by Frances Hodgson Burnett, another lady who showed us how prodigious the care of a garden and the direct contact with nature that is its synonymous can be



- picture 13



and by quoting a Chinese proverb which I think is definitely appropriate to this writing of mine of today that I hope, with all my heart, you've found pleasant and interesting to read.


I dedicate it to a very sweet friend, MINU', who has expressed the desire to read a post on her favorite novel, The Secret Garden ... I hope with this to have given realization to this aspiration of hers and not to have disappointed her expectations.



Anyone who loves and understands a garden,

  will find the joy in it.





See you soon my beloved friends 












Bibliographic sources: 


Frances Hodgson Burnett, The Secret Garden, DIAMOND BOOKS EDITION, 1993;

Frances Hodgson Burnett, The One I Knew the Best of All: A Memory of the Mind of a Child (1893), Kessinger Publishing, 2010.







I'm sharing this post with:




Thank you JES for hosting me every week and for having featured me !









62 commenti:

  1. che bello le immagini, la parole e la musica in sottofondo trasmettono pace e tranquillità....
    un abbraccio
    simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Simona
      carissima, il tuo buongiorno è qualcosa di meravigliosamente bello per me !
      Ti ringrazio con tutto il cuore e ti abbraccio, con tanta stima, augurandoti una bellissima giornata ⊰♥⊱

      Elimina
  2. Absolutely gorgeous, Daniela! I love everything here! The cover of the original Secret Garden is stunning! Your posts are so refreshing, thank you so much for sharing.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Linda
      you're like a ray of sun, my darling friend, to have you here with your words is such a precious gift to me !

      With endless gratitude I wish you a joyous day, filled with all the love you bring in your heart, you're so special, dearie ✿⊱╮

      Elimina
  3. La tua amica senza dubbio ha gradito il tuo meraviglioso post. Tutto bellissimo, dalla storia, alle immagini, al romantico messaggio dell' amore per il giardino, per la natura che ci offre tanta gratuita beltà. Grazie cara Daniela per la magica atmosfera che ogni volta mi doni.
    Bacioni
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Alessandra
      sono io a doverti ringraziare, carissima, per le tue sempre splendide parole di plauso che, inutile dirlo, sono motivo di un'immensa gioia in me, sono felicissima di avere accanto una persona così delicata d'animo, non molto comune al giorno d'oggi !

      Ti abbraccio con il cuore augurandoti un bellissimo weekend d'autunno, romantica amica dal cuore d'oro ಌ•❤•ಌ

      Elimina
  4. Bellissimo "Il giardino segreto"Belle le immagini!Mi ha colpito la frase:"Chiunque ama e capisce un giardino, dentro vi troverà la gioia!"Un abbraccio!Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Rosetta
      preziosa amica dall'animo gentile, grazie per essermi sempre accanto con la tua dolcezza !
      Anche io, che amo molto il giardinaggio da che in alcuni momenti particolarmente difficili della mia vita ho trovato in esso un prezioso alleato, ho fatto volentieri mio questo proverbio orientale, così tanto ... vero ... il prendersi cura delle piante, vederle crescere, fiorire, stare all'aperto, seguendo i ritmi della natura, tutto ciò ha davvero un potere prodigioso !

      Che la tua giornata sia colma di gioia, dolcissima amica mia, grande e profonda come quella che mi hai donato con questa tua visita ღ*ღ

      Elimina
  5. Cara Dany, non avevo nessuna aspettativa ma, qualora ne avessi avute, tu le avresti di gran lunga superate!!! Nella mia ignoranza non sapevo neppure che il giardino, che tanto mi aveva incantata da ragazzina, attraverso un libro, esistesse davvero! Mi persi ad inseguire il pettirosso; mi emozionai con Mary quando scoprì la porta dietro la siepe; mi entusiasmai nel vedere le rose rinascere e i bulbi fiorire; mi commossi nel sentire la storia della mamma di Colin; corsi con Mary nella brughiera...Oh quanti ricordi! E' proprio vero: un libro può farti viaggiare con la fantasia in modo incredibile e un giardino può farti rinascere! Grazie mia carissima amica per aver scritto questo post! Ti voglio bene! Minù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Minù
      ed io forse te ne voglio ancora di più, mia carissima fatina, mi hai suggerito un argomento bellissimo, questo post mi è nato dal cuore e me lo hai ispirato tu ... ma riesci ad immaginare la gioia che mi fanno provare le tue parole, mia cara, parole da cui comprendo appieno quanto questo romanzo, i suoi particolari ed i suoi personaggi sono divenuti parte di te e quanto il ritrovarli qui ti abbia entusiasmato !?!
      Ebbene sì, mia dolce amica, esiste davvero il giardino ed è esistito davvero anche il pettirosso - passeraceo molto domestico e curioso che da che abito in campagna ho imparato ad amare profondamente - che, a ben pensarci, di tutta la storia potrebbe essere considerato il vero protagonista visto che fu per suo tramite che l'autrice scoprì quello che divenne il 'Secret Garden' ...
      Ti ringrazio con sincero affetto per la soddisfazione che mi hai donato, una gioia davvero grande ... grande

      Con un forte, tenero abbraccio colmo di gratitudine ti auguro un sereno weekend ♡❤♡

      Elimina
    2. Mi sono commossa nel leggere il commento che mi hai lasciato perchè io avevo due nonni che amavo tanto: uno è stato con me fino all'età di 92 anni ed è stato per me come un papà...l'altro, purtroppo, non ho avuto modo di conoscerlo così a fondo, ma pensa che è stato prigioniero in Arizona e chissà anche lui quante cose avrebbe potuto raccontarmi...Sono quì da sola che piango come una scema: sono così emotiva che, forse, se mi conoscessi di persona, non mi vorresti più tanto come amica!!! Va beh, comunque sono contenta di aver trovato una persona con cui parlare di certe emozioni, forse se non fosse per te non ne avrei l'occasione. Ti abbraccio e ti auguro di scrivere tutti i libri che desideri. Minù (scusa lo sfogo!)

      Elimina
    3. @ Minù
      carissima, non vergognarti mai delle tue emozioni !
      Il fatto di essere molto sensibili talvolta, anzi, spesso, mette noi in una certa difficoltà, ma è un qualcosa di più che possiamo donare agli altri, con i nostri sentimenti siamo in grado di entrare più direttamente in contatto con le persone e con il mondo che ci circonda e di comprendere più a fondo tutto questo ... magari noi lo viviamo come un difetto, ma forse il difetto è di chi ha il cuore duro ed è insensibile ... non credi :) ?
      Sono felice di leggere che anche tu hai avuto la fortuna di crescere cullata dall'amore di almeno un nonno, io il mio, purtroppo l'ho 'perso' molto prima di te, ma anche per me era un padre a tutti gli effetti, per cui ho vissuto questa sua mancanza, e la vivo tutt'ora, ad anni di distanza, con dolore ...

      Sei una persona deliziosa ed amabile e sono molto grata di averti conosciuta e di averti quale amica ... e se sei emotiva, non meno di me, tanto meglio ... io credo che la sensibilità profonda sia un dono, basta solo imparare a saperci convivere !
      Trascorri una giornata serena, mia dolce, e mi auguro un giorno di poterti conoscere di persona *♥*

      Elimina
  6. "Il bacio del sole per perdono,il canto degli uccelli per allegria. Si è più vicini a Dio in un guardino , che in qualunque parte della terra:" da Garden Thoughts di Doroty Frances Gurney
    A volte penso che se tutti avessero la possibilità e la capacità di amare un
    giardino , il mondo sarebbe migliore .
    Un post bellissimo con un sottofondo musicale d'incanto !
    Con affetto ,
    Franca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Franca
      ho letto e riletto estasiata questa tua citazione che fa quasi da chiosa finale al post ... bellissima, non la conoscevo e voglio ricordarla ... ma quanto mi sei cara e preziosa, amica mia ?
      Hai perfettamente ragione nel supporre che il coltivare un giardino da parte di ognuno di noi renderebbe il mondo migliore, e lo aveva compreso già un importante pedagogista tedesco, nato alla fine del settecento, che visse in pieno Romanticismo, Friedrich Fröbel, che non a caso chiamò la scuola materna 'Giardino d'infanzia', laddove ad ogni fanciullo era dato da coltivare un piccolo appezzamento di terreno per completare l'educazione morale, l'etica dei buoni sentimenti, farlo crescere dotato di nobiltà d'animo... rispettare ed amare la Natura conduce inevitabilmente a fare altrettanto con gli animali e con gli esseri viventi.
      Grazie, grazie infinite per queste tue parole e per il tasto che hai toccato, importantissimo, grazie per le tue osservazioni, sempre intelligenti e di pregio, grazie per i tuoi sentimenti.

      ஐ Ti abbraccio con riconoscenza e stima augurandoti un dolce riposo ed un gioioso fine settimana, mia cara ஐ

      Elimina
  7. maravilhoso !!
    momentos de tranquilidade e paz !!
    o jardim secreto é um dos meus filmes favoritos !!
    lindo..lindo..
    um bom fim de semana amiga !!
    :o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Kr.Eliane
      bom fim de semana a você também, amiga querida, muito obrigada por os maravilhosas visitas e para la alegria os portos aqui !

      Um grande abraço ❀♥❀

      Elimina
  8. You know I really didn't know about her other books, sounds like she was another very strong lady. I was thinking that divorce back then was very bad thing, but I see the Vicar wasn't too happy with it. I just love when people restore old buildings, it is so sad when I see them go into disrepair or even worse be torn down.I can't even imagine having that much land to make lovely gardens.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Connie
      I also look very sadly at old old buildings and gardens in decay and that's the reason why I do love to restore them, as if I could give them a new life !

      Glad to have let you know something new about Frances Hodgson Burnett I hug you sending dear love and blessings on your end of the week, my sweetest and darling friend, and thank you again and agian for having mentioned on your blog my last post about the Civil War Fashion, that was really a special surprise and gift to me, I won't forget it, believe me ⊰✽*✽⊱

      Elimina
  9. Solo tu potevi farmi tornare ragazzina, facendomi ricordare quando alla sera leggevo le pagine di questo libro. E quando mia madre mi rimproverò perchè avevo la febbre, e non volevo smettere, e come accadeva con tutti i libri che adoravo (piccole donne e piccole donne crescono per esempio). E quanta nostalgia cara Daniela ................. nostalgia di quei tempi in cui mi immergevo nella lettura, e mi sembrava di essere dentro la storia, lasciandomi catturare e trasportare con la fantasia. Grazie, e ancora grazie, per regalarmi attimi di leggerezza e di permettermi di riaprire la mia "stanza dei sogni di bimba". Paola

    P.S. Non posso non ringraziarti anche per i tuoi sempre meravigliosi commenti che mi lasci nel mio blog. Sei davvero una persona dal ♥ pieno di dolcezza e sensibilità. Grazie ancora di ♥♥♥♥♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Paola
      se pensi che riesca a rispondere a parole così meravigliose .... ti sbagli, sono commossa da quanto di toccante mi hai scritto ... commenti così lasciano non solo senza parole, ma anche senza respiro, credimi, e con gli occhi lucidi per l'emozione ... no mia cara, non mi devi ringraziare, sono io a dover essere grata di avere 'al mio fianco' un'amica dall'animo così gentile e nobile, davvero immensamente grata !

      Ti abbraccio con tutto l'affetto e la gratitudine che posso augurandoti una bellissima serata ed una splendida nuova settimana, grazie, dal profondo del cuore ✿❤✿

      Elimina
  10. Ciao cara Dany,
    la tua incantevole descrizione ha acceso nel mio cuore un mirabile desiderio di leggerlo ancora, questo grande capolavoro che apre il cuore alla "gentilezza", reso ancora più affascinante perchè nasce da una storia vera. Darò spazio a nuove emozioni, ritroverò la passione, di quei piccoli gesti di affetto verso la terra....occasioni di speranza, di gioia e di armonia, per conquistare fiducia e coraggio.
    Coglierò la bellezza e qualche sfumatura in più. Questa è la "chiave" di un piccolo giardino segreto!
    Grazie di cuore,cara, per questa bellissima lettura e per queste meravigliose immagini.
    Ti rinnovo tutta la mia stima e il mio affetto!
    Buona domenica!
    La tua amica Luci@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Lucia
      dolcissima amica dal nobile sentire, non immagini con quale gioia legga di questa tua aspirazione, quella di riprendere in mano questo meraviglioso romanzo per rientrare nel suo mondo di fiaba, e soprattutto che ciò sia dovuto a questo mio scritto, ne sono davvero felicissima, credimi !

      Con riconoscenza per le bellissime parole che sempre scrivi qui lasciando così un'impronta di gentilezza e di luce interiore, ti auguro una notte serena ed un dolcissimo risveglio, con tutto il cuore ಌ❀ಌ❀ಌ

      Elimina
  11. One of my favourite books, and films. She certainly had the perfect place to be inspired to write, and such a shame that this house has been through many stories of its own. Thank you so much for sharing this. xx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Chel
      darling friend of mine, I'm so very glad to have you here today !
      For sure Great Maytham Hall and all the nature surrounding it looked so inspiring at her eyes, and it could be hardly otherwise, it's a so lovely place.
      You know, I'm so overjoyed to know that you've enjoyed this post of mine, your opinion is so important to me, precious friend !

      ஐ Sweet dreams to you and joyous new week, dearie ஐ

      Elimina
  12. A favorite post indeed, my dear, Dany! You always find the most interesting and romantic histories to share! I enJOYed our time together today. Wishing you a blessed and JOYful week, my dearest.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ June
      thank you for gracing my blog with your bright presence and your lovely words, it's always a big joy to me to have you here, my beloved friend !

      With deep thankfulness I wish you a most beautiful start of the new week ... I wonder how beautiful these Autumn days in your land are ❥

      Elimina
  13. Il Post sembra fatto per me, non so come dirti GRAZIE cara Daniela!!!
    Complimenti per la tua dolcezza ed eleganza...per la scelta di curate foto e parole!
    Questo Blog è tutta raffinata Poesia!
    Un tenero abbraccio
    Nives

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Nives
      carissima amica, quante parole meravigliose mi hai scritto, parole che toccano il cuore .... e non so come dimostrarti la mia gratitudine !
      Posso solamente dirti che un commento così colma il cuore di immensa gioia, data anche dall'aver letto che il post ti ha entusiasmata così tanto ...

      Che il prosieguo della tua settimana sia gioioso e sereno, te lo auguro con grande stima e riconoscenza, contraccambiando il tuo tenero abbraccio di tutto cuore ⊰✿*✿⊱

      Elimina
  14. How womderful this post is! It has been a childhood dream of mine , When I was small there was a fenced garden with a small fish pond with lilies that I fell in love with. I would stop on my way to school to look through the fence to see the flowers and pond.
    Beautiful pictures as always dear Dany.
    Hugs for you..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ annie
      so you lived something comparable to what Frances H.Burnett lived, how charming it is, I wonder how you, every day, were waiting for that moment and how fascinated were by this all !
      My darling, can you imagine the gladness you bring here when you come and visit me ?
      It's so very great, to be sincere, with your kindness, your delicacy and your rare sweetness you make my day, every time.

      Have a blessed remainder of your week, my dearest, thank you ❖♡❖

      Elimina
  15. Another beautiful post sweet Dani. This is indeed a most enchanting and romantic place. I can see how one can be inspired to write such pretty stories.

    I love looking at all your gorgeous photography. They bring my heart great joy and inspiration.

    Hugs,

    Janet

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Janet
      my dearie, to have you here is one of the most beautiful gifts which begin a new day with, your words are so momentous to me, for they're dictated by the sensitiveness of your heart !

      Have a lovely day today, darling, sending dear love and big hugs to you ღ❤ღ

      Elimina
  16. My dearest and sweetest Dany, what a joy to visit you! How I have missed you and your beautiful posts, my friend.

    The Secret Garden was a favorite of mine when I was a little girl. I used to watch the movie over and over and over :) Once again, your post has left me in awe - I just love the rich history.

    Sending you much love and sweet hugs!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Stephanie
      what a blessing to have you here today, dearie, I also have been missing you so much, with your sweetness and your amiability, your words always brighten my days, you know !

      Have a Beautiful remainder of your week, sweetie, with the deepest gratitude I'm sending you a big hug ✿⊱╮

      Elimina
  17. Very interesting! I love all of Frances Hodgson's children's books. We read three in our homeschool and I must say that Little Lord Fauntleroy remains my favorite. And one of my favorite books in general. Though of course, The Secret Garden was wonderful too! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ JES
      precious friend of mine, I also love every novels of hers, so much that i cannot decide whether I do prefer one or another and the most beautiful thing which makes them so prestigious is that they're so useful for teaching children good sentiments ... Actually I think that for that reason, like it's happening for Dicken's books, hers also are novels 'with no time'.
      I'm truly grateful to you for visiting me today, to be honest I'm overjoyed every time I read your beautiful words of appreciations, so very important to me.

      ❖ Sending blessings on your weekend, with love and tender hugs ❖

      Elimina
  18. A most wonderful post, sweet Dany !
    Hugs,
    Sylvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Sylvia
      how happy to read your comment I am, my dearie !!!
      You're always so very welcome, sweet friend, and always bring so much gladness to me.

      May your weekend be as Beautiful as you are, darling ❀♥❀

      Elimina
  19. Another wonderful post, Dany. There is such elegance to living your life by strict rules of etiquette.
    Amalia
    xo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Amalia,
      probably you wanted to post this comment on the newer post of mine, but it doesn't matter at all, my dearest !
      Actually I also love respectful people, they put me in a good mood because comfort my heart, it should be spontaneous to be kind and use gentle manners, shouldn't it, but today it's not so very common, alas ...

      ஐ Have a blessed new week, precious friend, sending so much love to you ஐ

      Elimina
  20. This was my favorite book growing up. I so wanted a bit of land all my own :-)
    Amalia
    xo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Amalia
      you know, I think that taking care of plants, in a piece of land, also small, means taking care and feed our soul !
      When, as a girl, I still lived in Genoa, that was a thing I was missing so much and I was looking forward to the next Summer for come to the country and begin gardening ... now that I'm living in full countryside for so many years, I couldn't live without it !

      May your day be filled with love, my wonderful friend ❤ღ❤

      Elimina
  21. Now that I have read your post about Frances Hodgson Burnett, it is quite fitting that she would be a gardener as well! I've read the condensed version of this book to my daughter and I can't wait until she gets to read it in school. Have a wonderful week, Dany!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Stacy
      my dearest, from your words I suppose you also love gardening and the contact with the Nature, don't you ?!?
      I'm sure your daughter will fall in love with this story, as we all did, and, as a teacher, let me say that I'm sure that she will learn so much from this, it's so useful in educating the good feelings !

      With thankfulness I wish you a Joyous Thanksgiving, sending blessings to you ⊰♥⊱

      Elimina
  22. Reading your post about Mrs. Burnett's life makes The Secret Garden have so much more meaning to me. It certainly attests to the transformative powers of nature. Thanks once again for a fascinating post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Lisa
      well, to know that it's not only a fancy story, but that it was a piece of her true life, gives it more importance and makes us feel and believe that something magic may always happens to our lives !
      Thanks most sincerely for your words, my Lovely Lady, they're caresses for my heart !

      May your weekend be filled with love and joy, dearie,
      sending blessings to you ༺❀༻

      Elimina
  23. Dany what an absolute delight this post is!!! Thank you so very much for joining the gathering at Thoughts of Home on Thursday. I adore "The Secret Garden" and this post was so informative.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Laura
      your words bless my heart with such a deep joy, esteemed friend of mine, I heartily thank you !

      With so much gratitude I wish you a most beautiful weekend ever,
      thinking of you with sincere love ♥ ≼Ƹ̴Ӂ̴Ʒ≽ ♥

      Elimina
  24. Dany, your posts are truly little works of art. We just really appreciate that you join us each with with these special, researched bits of information. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Stacey
      your comment touches me in the deep ... I'm truly speechless, my lovely !

      With my heart filled with so much thankfulness and joy, I wish you much gladness for your weekend to come ♡ஐ♡

      Elimina
  25. Daniela- you continue to provide us beautiful, informative,enchanting posts each week.

    I hope you will share this Secret Garden post at our Garden Party Monday, April 25th.
    Just stop by my blog Monday to join in.

    Thank you for being at TOHOT.
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Laura
      your lovely words leave me speechless ... I'm so grateful to you, you're always so generous with me !
      As for Monday, I won't miss such a Party, for sure, thank you for inviting me, I read about it on your last TOHOT post, but I didn't know that I could share posts I have already linked to your Parties, but, thinking better of it, you're right, that's another Party, isn't it ?

      Hope you're having a beautiful Sunday, I'm wishing you a most wonderful evening and start of your week ahead,
      see you tomorrow, Dearest One ✿⊱╮

      Elimina
  26. How very beautiful! I love seeing beyond the garden gate. I could not find a translate button, but the pictures said 1,000 words. Loved each and every one. Nothing quite like a secret garden! Thanks for sharing with the garden party!
    hugs,
    Jann

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Jann
      I haven't a translate button on my blog, my friend, I write my own translation under the Italian text, just above the comments, every online translation from Italian into English and inversely upsets the meaning of every phrase, there are so many differences in our grammar!

      So glad you've enjoyed this post of mine, anyway, I thank you again for hosting me at your Garden Party and wish you all my best for the remainder of your week
      much love to you *•♥♥•*

      Elimina
  27. Good Morning Sweet One!
    Thank you ever so much for sharing this informative and pretty Spring gardening inspiration with us at the Garden party! Makes my heart happy:)
    Jemma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Jemma
      I'm so grateful to you for gracing my blog today with your presence and with your heartwarming words, you truly make my day !

      Hope you're having a wonderful day, dearie, I'm sending much, oh so much love to you, see you on Thursday at your always so charming TOHOT party ♡❤♡

      Elimina
  28. What a lovely post to enjoy this morning. The Secret Garden is one of my all time favorite books and seeing the beautiful images was such a treat.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Art and Sand
      your words fill my heart with such a gladness, thank you my new friend, you're heartily very welcome !

      I wish you a joyous remainder of your day and of your week, as well, sending you love and hugs ༺❀༻

      Elimina
  29. Thank you for sharing this at today's Garden Party!
    Your sense of beauty and history are always a blessing to us all.

    Laura-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Laura
      to share this post of mine at your new, so lovely Garden Party is my pleasure, Dearest One, and your words sound like a sweet music to my heart, caressing it so gently !

      May you day be blessed with joy, sending you hugs and more hugs,
      ஜ❖ஜ with utmost gratitude ஜ❖ஜ

      Elimina
  30. I love this book and my daughter is a huge fan of it now too

    Mollyxxx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Molly
      with her sweetness Frances H.Burnett has won so many hearts and I'm sure her stories will delight still many generations, they belong to those novel which have no time !

      Have a lovely Sunday and new week ahead, sweet friend of mine, sending blessings of joy and smiles across the many miles ... I'd love to put a comment on your blog for thanking you there too but I cannot manage ...
      ... I'm sincerely sorry ❥

      Elimina

I WHOLEHEARTEDLY THANK YOU FOR YOUR THOUGHTS AND WORDS, SO PRECIOUS TO ME.