domenica 24 novembre 2013

Vecchie guglie avvolte di scarlatto ...








Vecchi monti grondanti di tramonto, 

abeti rosseggianti - 

bruni felceti ammantati di cenere

dal negromante sole!


Lo scarlatto delle vecchie guglie avvolto

finché è intero il gomitolo - 




  

la bocca avessi d'un fiammingo,

oserei dire come?


Il fuoco poi fluisce come un'onda

e va sfiorando l'erba

con movenze fuggenti di zaffiro - 

quasi stesse passando una duchessa!


Emily Dickinson, 291









Una passeggiata, non lontano da casa, al caldo sole d'autunno, tra colline e vigneti arrossati dai primi freddi, sul finire del giorno, ci rivela resti della nostra storia alto medievale: i nostri occhi, da lontano, scorgono una torre .. stiamo per raggiungere Castelnuovo Bormida.








Pur se non distanti da noi sono zone che ancora poco mi sono note, luoghi tanto ricchi di storia, quella di una terra di confine, spesso contesa se non da signorotti locali, da stranieri, non ultimo il grande Bonaparte: sto parlando del Basso Piemonte.
Sì, proprio l'Imperatore dei francesi fu forse l'ultimo, sul finire del XVIII secolo, a cercare di appropriarsi di queste fertili terre a cavaliere tra l'Appennino Ligure ed il Monferrato.

E sicuramente anch'egli sarà rimasto colpito dal castello che troneggiava il piccolo centro abitato, un villaggio che ancor oggi conta poche case addossate le une alle altre, quasi cercassero di trovare conforto e ristoro dal freddo e dalle nebbie dei lunghi, bui inverni.

Fu edificato tra il 1023 e il 1033, probabilmente accanto ad una villa preesistente, quasi certamente ad opera dei vescovi di Acqui, ai quali, dall'Imperatore Ottone III, era stato fatto dono di parte del feudo nel 996, e tale possesso venne confermato all’episcopato acquese dall’imperatore Enrico III nel 1052 (oggi dell'edificio originario rimangono la torre e parte delle mura di cinta) confermato nel 1164 da un diploma che reca la firma di Federico Barbarossa.

Tutto questo territorio, Castronovo seu cassina, secondo quanto sancito da Enrico IV, diverrà parte, con il finire del XII secolo del Marchesato del Monferrato e, a partire dalla metà del 1330, del Ducato di Milano, del quale costituiva una piccola appendice, un cuneo di estremo confine tra territori e tra nemici da sempre e perciò sovente oggetto di ruberie e scorrerie nei campi e danni agli averi.
Circa trecento anni più tardi, esattamente nel 1644, già duramente provato dalla peste del 1630 che aveva messo in ginocchio buona parte della popolazione europea, Castelnuovo sarà vittima di una incursione di soldati francesi, che di queste terre vanteranno il dominio dopo la Rivoluzione Francese, terre che furono teatro anche di buona parte degli scontri delle guerre d'indipendenza, per poi passare, infine, al Regno d'Italia con l'unificazione.


Ma diamo uno sguardo più da vicino al castello, almeno per quello che ci è concesso di vedere dall'esterno (il castello non è aperto al pubblico):







era il 1490 quando papa Bonifacio III, manifestando la propria apprensione per la vulnerabilità delle difese, autorizzava ad « edificare torrionum unum in [...] flumine Burmide deversus locum Cassinarum, quod torrionum sit et esse debeat prò fortalicio et de fortalicio dicti loci Castrinovi Burmide, attingentem muros et fortalicium dicti loci ».













Bellissima, l'antica torre, originariamente merlata, venne coperta nella seconda metà del 1500 su disposizione della Marchesa Anna di Monferrato, come risulta trascritto in un convocato del settembre 1553, che dice: « … e vedereti parimente se la torre presso Bormida è stà coperta et alzato il muro acanto per puoter star in difesa … » e da qui si poteva, per mezzo del ponte levatoio, uscire all'esterno;












porticati, logge di chiara impronta tardo medievale e rinascimentale arricchiscono le facciate di questo castello spogliandolo del suo primitivo aspetto di fortezza, a conferirgli sempre più le sembianti di dimora signorile.












Devo confessarvi che provo sempre un po' di emozione quando mi trovo di fronte a testimonianze storiche, mi lascio prendere dall'entusiasmo nello scorgere sempre nuovi particolari, 





























dettagli che catturano la mia curiosità storica, ma purtroppo il nostro tempo di stava velocemente esaurendo, gli ultimi raggi del sole ci illuminavano forieri dell'incipiente esaurirsi del giorno, la luce si stava facendo più intensa, ma meno diffusa, ...
















.. e lasciammo così questa quieta borgata nella speranza di tornare un giorno e poter visitare il castello nel suo interno e, volgendo lo sguardo alle nostre spalle, come per opera di un meraviglioso incantamento, provammo l'emozione di vedere quanto splendidamente si stava manifestando lo spettacolo di un eccezionale, toccante, tramonto d'autunno: stava calando la cortina dell'imbrunire ed il sole stava apponendo il suo sigillo sugli ultimi preziosi istanti di quell'incantevole pomeriggio di novembre!







Portami il tramonto in una coppa

numera le caraffe del mattino

contane le gocce di rugiada.

Dimmi dove il mattino si spinge -

dimmi quando dorme il tessitore

che ordì l'azzurra vastità!


Scrivimi quante sono le note

nell'estasi del nuovo pettirosso

tra gli attoniti rami;

quanti viaggi fa la tartaruga -

e quanti calici deliba l'ape -

la dissoluta di rugiade!


E chi fece le colonne dell'arcobaleno

chi conduce le docili sfere

con vincastri di tenero azzurro?

Quali dita intrecciano stalattiti,

chi conta i chicchi della notte

perchè nessuno manchi?


Chi costruì questa casetta d'argilla

e così forte chiuse le finestre

che il mio spirito nulla può distinguere?

E chi mi farà uscire qualche giorno di gala,

con ali per volare

più belle d'ogni fasto?



Emily Dickinson, 128


Cara, amata Emily Dickinson, capace, come pochi poeti, a dire, con parole semplici, l'inesprimibile!

Con affetto vi saluto e vi auguro ogni bene.


A presto 














Old spiers wrapped in scarlet ...


- picture 1


How the old Mountains drip with Sunset

How the Hemlocks burn—

How the Dun Brake is draped in Cinder

By the Wizard Sun—


How the old Steeples hand the Scarlet

Till the Ball is full—



- picture 2


Have I the lip of the Flamingo

That I dare to tell?


Then, how the Fire ebbs like Billows—

Touching all the Grass

With a departing—Sapphire—feature—

As a Duchess passed—


Emily Dickinson, 291




- picture 3


A walk, not far from home, embraced by the warm autumn sun on hills and vineyards reddened by the first cold, at the end of the day, reveals us the remains of our early medieval history: our eyes, from far, can see a tower .. we are going to reach Castelnuovo Bormida.


- picture 4


Although not far from us these are areas that I still know a little, places so steeped in history, that of a border land, often fought except by local landlords, foreigners, not least the great Bonaparte: I'm talking of the Southern Piedmont.
Yes, that's the Emperor of the French who was perhaps the last, at the end of the eighteenth century, to try to obtain these fertile lands straddled between the Ligurian Apennines and Monferrato.

And surely he will also be impressed by the castle that dominated the small town, a village which still has a few houses leaning against each other, as if trying to find comfort and respite from the cold and from the mists of the long, dark winters .

It was built between 1023 and 1033 , probably next to an already existing villa , almost certainly by the bishops of Acqui's hands, which, by the Emperor Otto III , received part of the estate in 996 as a gift, and such possession was confirmed to the episcopate of Acqui by Emperor Henry III in 1052 ( of the original building remains today the tower and part of the surrounding walls ) confirmed in 1164 by a diploma bearing the signature of Frederick Barbarossa.

All this territory, Castronovo seu Cassina , as required by Henry IV , will become part of the end of the twelfth century of the Marquis of Monferrato and , from the middle of 1330, of the Duchy of Milan , of which it was a small appendix , an extreme wedge border between territories and enemies since ever and therefore often subject to raids and robberies in the fields and damage to belongings.
About three hundred years later, precisely in 1644 , already sorely tried by the plague of 1630 that devastated much of the European population , Castelnuovo will be victim of a raid by French soldiers , that will boast the dominion of these lands after the French Revolution , lands that were the scene also of much of the fighting of the wars of independence , for becoming , finally, part of the Kingdom of Italy with the unification.


But let's take a closer look at the castle , at least from what we are allowed to see from the outside (the castle is not open to the public) :


- picture 5


it was 1490 when Pope Boniface III, expressing his concern about the vulnerability of the defenses, authorized to « edificare torrionum unum in [...] flumine Burmide deversus locum Cassinarum, quod torrionum sit et esse debeat prò fortalicio et de fortalicio dicti loci Castrinovi Burmide, attingentem muros et fortalicium dicti loci ».( to biuld a tower beside theriver Bormida starting from the preexistents old walls)


- picture 6

- picture 7


Beautiful, ancient tower, originally crenellated, was covered in the second half of 1500 on the disposal of the Marchioness of Monferrato Anna, as transcribed into a convened in September, 1553, where is written: « … e vedereti parimente se la torre presso Bormida è stà coperta et alzato il muro acanto per puoter star in difesa … » ( and yoy'llsee that the tower and the wall has been upped for defence better)


- picture 8

- picture 9


porches, loggias of clear late medieval and Renaissance mark enrich the facades of this castle, stripping it of its primitive appearance of a fortress, to give it more and more the semblance of a mansion.
 

- picture 10

- picture 11


I must confess that I always feel a bit of emotion when I face with historical evidence, I let myself take by the enthusiasm of seeing always new details,


- picture 12

- picture 13

- picture 14

- picture 15

- picture 16


details that catch my historical curiosity, but unfortunately our time was quickly running out, the last rays of the sun shone there harbingers of incipient exhaustion of the day, the light was getting more intense, but less diffused, ...


- picture 17

- picture 18

- picture 19


.. and so we left this quiet village in the hope of being able to come back one day and visit the castle in its interior and, turning to look behind us, like the work of a wonderful spell, we felt the thrill of seeing how beautifully it was manifesting the show of a great, touching, autumn sunset: the curtain of dusk was falling down and the sun was putting his seal on the last precious moments of that lovely November afternoon!


- picture 20



Bring me the sunset in a cup -

Reckon the morning's flagons up

And say how many Dew -

Tell me how far the morning leaps -

Tell me what time the weaver sleeps

Who spun the breadths of blue!


Write me how many notes there be

In the new Robin's extasy

Among astonished boughs -

How many trips the Tortoise makes -

How many cups the Bee partakes,

The Debauchee of Dews!


Also, who laid the Rainbow's spiers,

Also, who leads the docile spheres

By withes of supple blue?

Whose fingers string the stalactite -

Who counts the wampum of the night

To see that none is due?


Who built this little Alban House

And shut the windows down so close

My spirit cannot see?

Who'll let me out some gala day

With implements to fly away,

Passing Pomposity?


Emily Dickinson, 128



Dear, beloved Emily Dickinson, capable, as few poets, to say, in simple words, the inexpressible!

With affection I greet you and wish you all the best.


See you soon














28 commenti:

  1. ...e Zeno ringrazia, cara Daniela. :)
    Torno dopo cena a leggere il tuo post. Un abbraccio e buona serata. xo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Kia
      auguro una bellissima serata anche a te mia cara, anzi a voi ♥

      Elimina
  2. Such a beautiful village and castle, Dany !
    Love castles, too bad you can't see the interior ...
    Oh, and that sunset is gorgeous !
    Have a nice week,
    Sylvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Sylvia
      with the castle we could have been surely more lucky, I'd have preferred visit it, but about the sunset, actually, I must admit that I hadn't seen one like that before, believe me !
      ✻ A happy week to you too my friend ✻

      Elimina
  3. Mi piacciono queste tue passeggiate che scoprono dei tesori storici, mi incuriosisce sapere da dove ricavi tutte queste informazioni interessanti su questi luoghi, è una lunga ricerca? Molto fascinosa la torre, con il suo bel Partenocissus (?) color autunno che la avvolge.... grazie ancora una volta, Daniela!.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ delia
      questo luogo lo abbiamo raggiunto quasi per caso e devo confessarti che mi sto rendendo conto a poco a poco che siamo circondati da castelli, fortezze, torri: una l'abbiamo proprio qui sopra casa, a 'guardia' della vallata, quella di Castelletto, ma ce ne sono davvero tante e di epoche diverse sparse un po' per tutta la provincia; le informazioni le ho tratte da alcuni documenti del comune e questa volta la strada è strata piuttosto semplice e veloce, non sempre è così, spesso mi trovo ad 'indagare' in testi e documenti vecchi, ma sai quanto mi piaccia, anche se è un lavoro lungo e di pazienza, lo trovo sempre molto gratificante !
      Sì, credo anche io che sia una vecchissima pianta di Partenocissus quella che abbraccia con le sue foglie la vecchia torre ed infine grazie a te mia cara, grazie di cuore perchè non manchi di ricordarti di me ...
      Ti abbraccio forte ღ

      Elimina
  4. My goodness, these are so old, Dany, and yet still so majestic.
    What a beautiful post.
    I wish you a wonderful week ahead, dear friend. xo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Lisa
      everything is so old here, really very old, it's a pity I couldn't visit the interior of this wonderful castle !
      Thank you my sweet friend, enjoy your Thanksgiving holidays ♡

      Elimina
  5. Emily Dickinson's words go perfectly with your beautiful post, Daniela. :)
    You have visited an area of my beloved Piemonte that I don’t know too well. Thank you for sharing it with me. Your photos are truly gorgeous! I love the vineyards kissed by the warm sunlight and the charming castle. I bet that the view from the pretty ancient tower is just awesome! :D
    Sweet dreams!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Kia
      Piedmont is a region rich in history, I know it quite well because I wander around it since I was a child, my father is originally from Piedmont, my grandparents lived near here and I now live on the border between Liguria and Piedmont, as you know, but it is so wide that there are still lots of places which are new to me and I'm so happy when I discover new treasures , .. new to me, of course !
      We definitely had the good fortune to find a beautiful afternoon with still leaves between the rows of vines, now these early days of cold have certainly dropped them to the ground, there is a moment in autumn, that's called ' fall ' in English, which is spectacular! And the tower .. I hope to visit it one day and take a photo to the roofs and the valley from above, I also think it to be a wonderful view.
      If you happen to make a jump in Piedmont, don't miss to tell me dear, you cannot imagine how much I'd like to meet you personally and spend some time with you!
      Thank you for your beautiful words and goodnight my sweet friend xox

      Elimina
    2. You write in such a poetic way, Daniela! :)
      I love Liguria too as my dad was from SV and his father was from GE, and I have lots of friends in both cities.
      It would be lovely to meet you in person one day. I am from a wee village between NO and the Maggiore Lake. But I've probably told this already.
      Sweet dreams!
      xo

      ...chissa` perche` mi ostino a scriverti in inglese quando potrei benissimo farlo in italiano? Mah! ;)

      Elimina
    3. @ Kia
      la parte di Piemonte in cui hai vissuto tu è forse la più spettacolare!
      Abito qui da che mi sono sposata, ma nelle mie vene continua a scorrere la Liguria, già i miei nonni materni vi si erano trasferiti da bambini, ( il nonno dalla Romagna dopo aver trascorso parte dell'infanzia a Vado Ligure !), la mia mamma è nata a Genova, il mio papà dal Piemonte è arrivato a Genova quando aveva tre anni, io ci sono nata e ci ho vissuto per ventisette.
      Scrivi come più ti piace, in inglese, in italiano, come preferisci, anche in tedesco se vuoi, non in francese, possibilmente, ne sono completamente digiuna, avrei bisogno del traduttore e quando ci ho provato per comunicare con alcuni amici belgi ritraducendo in italiano come riprova quello che mi aveva dato, è uscito un pasticcio in una lingua che ancora non conosco :D
      Buona giornata cara, qui splende un bellissimo sole anche se siamo ancora di un paio di gradi sotto lo zero e .. chissà che un giorno non ci si possa davvero incontrare e magari scoprire di avere anche amici in comune ...
      ✣ Ti abbraccio con affetto ✣

      Elimina
    4. Devo ammettere che secondo me tutta l'Italia e` stupenda, ma Piemonte e Liguria sono un po' piu` belle. ;) A mio "gusto" la parte piu` bella del Piemonte e` la Provincia Granda (CN) e il mio cuore appartiene a un piccolo paesino vicino a Vicoforte dove e` nata mia nonna materna. Un giorno mi piacerebbe trasferirmi li`.

      Wow, parli anche il tedesco? Ma sei bravissima! :) Io con le lingue sono proprio negata. E dire che mio nonno paterno parlava 5 lingue! .ma nessuno dei suoi figli ha imparato nulla, e anche noi nipoti siamo tutti negati.

      Buona giornata dalla grigia e piovosa Scozia. ;)

      Elimina
    5. @ Kia
      di tutto il cuneese penso che la zona intorno a Vicoforte sia davvero la più caratteristica, ancora così tanto verde, bellissima !
      Quanto alle lingue, tuo nonno era davvero molto speciale, cinque lingue sono tante sul serio, tu non avrai questa sua abilità, ma ne parli correntemente almeno due, e credimi, hai un talento ed una sensibilità artistica non da poco !
      Mi chiedo come farai un giorno a staccarti dalla Scozia senza provare almeno un po' di malinconia ..
      Notte mia cara xox

      Elimina
  6. Oh, my friend! how I enjoyed your post today! That tower! and the poetry - everything so perfect! I enjoyed taking this trip with you! Blessing to you, my friend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ June
      I'm so glad you 've liked this walk between history and nature with me, thank you so much for your words my dear friend !
      I wish you much love, joy and peace for these days of celebration ♥

      Elimina
  7. Risposte
    1. @ Mary
      thank you, you're so heartily welcome !

      May your week be filled with joy ಌ•❤•ಌ

      Elimina
  8. Love Emily Dickenson's poetry. Those pictures, though....absolutely awesome. Thank you so very much for linking up with FFF. PLEASE come back next Friday. I'm so enjoying getting to know others from all over the world! Happy weekend to you. (p.s...such a lovely site you have!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Debbie
      your words fill my heart and bless it with joy, I truly needed such an encouragement in this moment of my life ... For sure I'll participate to your next link-up party, dearest friend of mine, it means so much gladness to me !

      Sending hugs and ever much love to you across the many miles ✿⊱╮

      Elimina
  9. Beautiful Daniela! Thank you for sharing at Vintage Charm!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ My thrift store addiction
      you're so heartily welcome, Dearie, it is I who thank you !

      Wishing you a most lovely Sunday, sweet Cecilia ❥

      Elimina
  10. Lovely images, Daniela.
    Thanks for sharing with us at https://image-in-ing.blogspot.com/2017/10/beauty-on-wing.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Nc Sue
      I wholeheartedly thank you, your words mean so, so much to me, darling friend !

      Sending blessings of joy on your day, today,
      and on the remainder of your week,
      thank you once again ಌ❀ಌ

      Elimina
  11. Somehow this post did not make it onto my reading list, and i'm glad i came looking to see if i had missed something because i had!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ messymimi
      but now you're here, darling, and that's the most important thing to me !

      In the hope that you're having a beautiful week so far,
      I'm sending hugs and ever much love on your coming days ♡ஐ♡

      Elimina
  12. What fantastic photos of a magical place.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ bettyl-NZ
      you're right, sweet friend, it truly seems a magical place, to be there sounds like to be into a fairy tale, thank you for appreciating this kind of Beauty !

      Wishing you a most lovely new week,
      witth sincere gratitude ✿*✿

      Elimina

I WHOLEHEARTEDLY THANK YOU FOR YOUR THOUGHTS AND WORDS, SO PRECIOUS TO ME.