lunedì 10 marzo 2014

A Royal Passion: Queen Victoria's secret love for photography.




Princesses Helena and Louise, 1856 by Roger Fenton




Se vi dicessi che la regina Victoria 


la regina che più lungamente sedette su di un trono stimata da tutti i regnanti d'Europa ed ammirata per non dire venerata dai suoi sudditi e dal suo paese che ancor oggi vive nel suo ricordo e nel rispetto delle tradizioni legate alla sua cultura, la regina che mirabilmente riusciva a destreggiarsi tra famiglia ed affari di stato, proprio lei, aveva una passione mai confessata pubblicamente per la fotografia, lo credereste ?

Ebbene posso dirvi che io stessa lessi incredula alla fine del mese di gennaio un articolo apparso sul Daily Mail il giorno 29 in cui è scritto che 'La Regina del Popolo' amava farsi ritrarre con la propria famiglia, amava vedere ritratti in fotografia i propri figli, che peraltro non manifestavano il benchè minimo disagio od imbarazzo,




Prince Arthur, Duke of Connaught by Leonida Caldesi



e più la aggradava che fosse fatto nei momenti meno formali, in quegli attimi in cui più realmente prende vita l'intimità e la quotidianità degli affetti; di fotografie in genere era un'appassionata collezionista ( anche se ella mai usò la macchina fotografica come invece faranno tutti i suoi figli con grande diletto ) e proprio questa sua passione le ha consentito di conservare alcune delle rappresentazioni più suggestive del periodo vittoriano per consegnarle alle generazioni future... non è infrequente imbattersi in fotografie della regina Vittoria, tutt'altro, ma scoprire che per la fotografia cullasse un'autentica passione mi è sembrato davvero sorprendente e l'ho letta come l'ennesima attestazione della sua indiscutibile unicità, sia come sovrana che come donna dell'ottocento. 



Queen Victoria e la sua famiglia nel 1845



La regina Victoria, così tradizionalista, ma non per questo contraria al progresso o chiusa verso di esso, piuttosto sarebbe più appropriato dire poco amante del circondarsi delle sue conquiste, delle novità, perché non vedeva il motivo di staccarsi dalle cose di cui non aveva ragione di dolersi al punto da vestire con abiti fuori moda e da preferire sempre l'illuminazione a candele piuttosto che quella elettrica, dalla fotografia fu immediatamente incuriosita, poi ammaliata, quindi soggiogata.




NEL GENNAIO DEL 1839 LA FOTOGRAFIA FU PRESENTATA AL MONDO. LA GIOVANE REGINA VITTORIA sedeva sul trono da poco meno di due anni, ma il suo iniziale interesse e la conseguente adesione a questo nuovo mezzo progredì in un'autentica passione che durò per tutto il suo regno. In qualità di prima regnante britannica ad avere la propria vita immortalata da una macchina fotografica, Victoria vide associare la propria immagine all'intera epoca vittoriana.1

Non disdegnando perciò farsi ritrarre in dipinti che manifestano espressamente tutta la sua solenne e sontuosa maestà, recanti le firme dei nomi più autorevoli dell'epoca,



Franz Xaver Winterhalter, 1859





Thomas Sully, 1838





Edmund Thomas Parris, 1839



Victoria traeva diletto dal farsi fotografare, spesso in atteggiamenti rubati alla sua spontaneità, 





o in momenti di raccoglimento familiare, 




The Royal Family, Osborne, 1857 by Caldesi & Montecchi, 



in immagini che mettono piuttosto in luce la sua umiltà, la sua umanità, il suo essere donna, moglie, madre



Victoria ed il Principe Consorte Albert, 1845





Victoria ed il Principe Consorte Albert, 1845





Victoria ed il Principe Consorte Albert, 1860





Victoria e quattro dei suo figli, 1854 by Roger Fenton



come se ai dipinti fosse delegato il compito di ritrarne la sovranità e alle fotografie lo storicizzarsi della sua femminilità.





Ecco perchè le immagini che appartengono alla collezione privata della regina Vittoria, oggi facenti parte del Royal Collection Trust di sua Maestà la Regina Elisabetta II, insieme con quelle già note, non fanno che arricchire e completare il profilo di questa piccola grande regina che mutò la storia e fece la cultura del XIX secolo poichè in esse vi si ritrova la sovrana 'donna autentica', la vera Regina del Popolo che del popolo condivise ansie, aspirazioni e preoccupazioni,




Victoria in una fotografia di Leonida Caldesi, 1857



gioie ed affanni, 



Queen Victoria nel 1871





Queen Victoria ed alcuni membri della sua famiglia in lutto intorno ad un busto del Principe Consorte  [da sinistra verso destra] Princess Victoria, Princess Alice, Queen Victoria & Prince Alfred, by William Baimbridge, Marzo 1862



affetti



 Victoria e Baby Bee (la piccola Beatrice), 1861





Victoria e Princess Beatrice, 1879





Quattro generazioni: Queen Victoria, Princess Beatrice, Princess Louis of Battenberg and Princess Alice of Battenberg, by Gustav William Henry Mullins, 1886 (Royal Collection, RCIN 2904355)



 e persino atteggiamenti di costume.



Victoria che ricama con l'uncinetto





Queen Victoria fa la maglia nel suo soggiorno a Windsor Castle mentre sua figlia Princess Beatrice legge il quotidiano a voce alta.



Ma ditemi, avete mai visto una sovrana con un gomitolo in mano lavorare con uncinetto o ferri da maglia ?
Victoria meritò l'appellativo di 'Regina del Popolo' anche perchè il popolo la seguiva e la prendeva come esempio e a lei si deve inoltre il merito di aver spogliato queste attività manuali femminili del loro sinonimo di povertà e indigenza, poichè prima dell'ottocento erano le donne delle famiglie più bisognose ad usare i ferri per la maglia o l'uncinetto al fine di confezionare capi caldi in modo economico; a XIX secolo inoltrato, quasi come se avesse dato il buon esempio anche preparando ella stessa otto sciarpe per i militari della guerra anglo-boera in Sudafrica, queste attività divennero parte del bagaglio educativo di ogni fanciulla della classe borghese.

Ho letto che Victoria, per quanto traesse grande diletto dal lavorare a maglia, non fosse poi così esperta del ramo; a tale proposito vi propongo un aneddoto: si racconta che un giorno ella fece visita ad una famiglia scozzese che abitava nei pressi del Castello di Balmoral e si presentò alla padrona di casa con un paio di calze che lei stessa aveva fatto a maglia. C'era tra i presenti una donna anziana con problemi di udito che, non avendo afferrato l'identità del visitatore, ebbe a dire ad alta voce:

"Se suo marito veste calzini non migliori di questi, ho pena per lui !" 

Ovviamente, Sua Maestà ne fu molto divertita.




Queen Victoria fotografata nel 1889



Tornando alle fotografie che mai prima d'ora sono state esposte in pubblico tenevo a dirvi che sono esibite per la prima volta nel numero di ben duecento in una mostra al Getty Museum dal 4 di febbraio al 8 giugno; tra di esse figurano non solo ritratti della famiglia reale, ma scatti ai monumenti fatti erigere in epoca vittoriana, scene dalla guerra in Crimea ed altre facenti riferimento ad eventi storici del tempo che la regina volle fermare in immagini.

Mi permetto infine, se siete interessati all'argomento, di consigliarvi la lettura di questo testo: da poco pubblicato, lo ho trovato davvero molto interessante, quasi un documento d'epoca, che si sfoglia con crescente interesse e curiosità:


A Royal Passion: Queen Victoria and Photography by Anne M. Lyden, Sophie Gordon (28 Nov 2013) (qui ne trovate un'anteprima)





Con sempre più grande affetto vi abbraccio e vi ringrazio di cuore miei carissimi amici.

A presto 








Bibliografia:

A Royal Passion: Queen Victoria and Photography by Anne M. Lyden, Sophie Gordon (28 Nov 2013)


Citazioni:

1 - A Royal Passion: Queen Victoria and Photography by Anne M. Lyden, Sophie Gordon, op. cit. foreword










- picture 1 - Princesses Helena and Louise, 1856 by Roger Fenton


If I told you that Queen Victoria, the Queen that the longer sat on a throne esteemed by all the rulers of Europe, admired and even revered by all her subjects and by her country that still lives in her memory and in compliance with the traditions related to her culture, the Queen who admirably managed between family and affairs of state, she, had a passion for photography never confessed publicly, would you believe it ? 


Well I can tell you that I read in disbelief myself at the end of January, an article in the Daily Mail dated 29 where it's written that 'The Queen of the People' loved to have picture taken with her family, she loved to see her children photographed in portraits, who didn't show the slightest discomfort or embarrassment at all,



- picture 2 - Prince Arthur, Duke of Connaught by Leonida Caldesi



and she was the most pleases when it was done in the less formal moments, in those moments when intimacy and everyday life of the affections really take life; of photographs in general she was a passionate collector (although she never used the camera as all her children will do with great delight) and just this passion has allowed her to retain some of the most evocative representations of the Victorian period to hand over to the future generations ... it's not uncommon to come across photographs of Queen Victoria, not at all, but to find that she lulled a genuine passion for photography I thought it was really amazing and I read it as the nth indisputable proof of her uniqueness, both as sovereign and as woman of the XIXth century.


- picture 3 - Queen Victoria and her family in 1845


Queen Victoria, as a traditionalist, but not opposed to progress or close toward it, rather it would be more appropriate to say not loving to surround with its conquests and news, because she saw no reason to break away from the things of which she had no reason to complain to the point of dressing in clothes out of fashion and always preferred lighting candles rather than electricity, by the photograph was immediately intrigued, then enthralled, and finally subjugated.


- picture 4


IN JANUARY 1839 PHOTOGRAPHY WAS ANNOUNCED TO THE WORLD. A YOUNG QUEEN VICTORIA had been monarch for less than two years, but her initial interest and subsequent embrace of this new medium developed into a passion that continued through her entire reign. As the first British monarch to have her life fully recorder by the camera, Victoria's image became synonymous with the entire age.

Not disdaining therefore be portrayed in the paintings showing explicitly all her solemn and grand majesty, bearing the signatures of the most influential names in the era


- picture 5 - Franz Xaver Winterhalter, 1859

- picture 6 - Thomas Sully, 1838

- picture 7 - Edmund Thomas Parris, 1839


Victoria drew pleasure from being photographed, often in attitudes stolen from her spontaneity,


- picture 8


or in moments of family recollection,



- picture 9 - The Royal Family, Osborne, 1857 by Caldesi & Montecchi,



in pictures that put pretty in light her humility, her humanity, her being  woman, wife, mother


- picture 10 - Victoria and Albert, 1845

- picture 11 - Victoria and Albert, 1845

- picture 12 - Victoria and Albert, 1860

- picture 13 - Victoria and four of her children in 1854 by Roger Fenton



as the paintings had the task of portraying the sovereignty and the photographs that of historicize her femininity.


- picture 14


That's why the images belonging to Queen Victoria's private collection, today part of the Royal Collection Trust of Her Majesty Queen Elizabeth II, together with those already known, merely enrich and complete the profile of this "Great Little Queen" who changed the history and made the culture of the XIXth century for in them it can be found the sovereign 'real woman', the true Queen of the People who of the people shared anxieties and worries,


- picture 15 - Victoria in a photograph by Leonida Caldesi, 1857


joys and sorrows,


- picture 16 - Queen Victoria, 1871

- picture 17 - Queen Victoria and members of her family mourning the Prince Consort. [Left to Right] PrincessVictoria, Princess Alice, Queen Victoria & Prince Alfred, taken by William Baimbridge, March 1862


loves


- picture 18 - Victoria and Baby Bee, 1861

- picture 19 - Victoria and Princess Beatrice, 1879

- picture 20 - The Four Generations: Queen Victoria, Princess Beatrice, Princess Louis of Battenberg and Princess Alice of Battenberg, photographed by William Henry Gustav Mullins, 1886 (Royal Collection, RCIN 2904355)


and even attitudes of costume.


- picture 21 - Queen Victoria crocheting

- picture 22 - Queen Victoria knitting in the Queen's sitting room at Windsor Castle while her daughter Princess Beatrice reads the newspaper aloud.


But tell me, have you ever seen a sovereign with a ball in her hands work with crochet or knitting ?
Victoria earned the nickname 'Queen of the People' also because the people followed her and took her as an example and she has also had the merit of stripping these manual femimine activities of their being synonymous with poverty and destitution, as in the beginning of the century were women of the neediest families to use knitting needles or crochet in order to pack warm clothes in an economical way; forwarded to theXIXth century, almost as if she had given a good example also preparing herself eight scarves for the military of the Anglo-Boer War in South Africa, these activities became part of the educational background of each girl of the middle class.

I read that Victoria, as drewing great pleasure from knitting, wasn't so skilled in the art, and in this regard I propose an anecdote according to which one day she made a visit to a Scottish family who lived near the Castle Balmoral and introduced herself to the lady of the house with a pair of socks that she had knitted. There was among those present an elderly woman with hearing problems who, not having grasped the identity of the visitor, had to say aloud:

"If your husband dress socks not the best of these, I'm really sorry for him ! "

Obviously, Her Majesty was greatly amused.


- picture 23 - Queen Victoria photographed in 1889


Returning to the photographs that have never been exhibited in public before I wanted you to know that they are exhibited for the first time in the number of two hundred in an exhibition at the Getty Museum ( Los Angeles ) from February 4th to June 8th, and among the portraits the royal family, there are also others shots to the monumnets blasted in the Victorian era, scenes from the Crimean War and other historical events that the Queen wanted to stop in images.

And let me finally, if you're interested in the subject, recommend you the reading of this book: just published, I found it very interesting, as a document of the era, that you browse with growing interest and curiosity: 


A Royal Passion: Queen Victoria and Photography by Anne M. Lyden, Sophie Gordon (28 Nov 2013) (here you may find a preview)





With more and more great love I embrace and thank you so much my dearest friends. 

See you soon 











Bibliography:

A Royal Passion: Queen Victoria and Photography by Anne M. Lyden, Sophie Gordon (28 Nov 2013)


Quotations:

1 - A Royal Passion: Queen Victoria and Photography by Anne M. Lyden, Sophie Gordon, op. cit. foreword






This post is linked up to the lovely blog






18 commenti:

  1. I grandi personaggi diventano speciali proprio quando si mostrano con informale e sincera naturalezza.
    Grazie Dany per questo post , una vera sorpresa per me , nonostante ciò che ho avuto modo di studiare a proposito della Regina Vittoria e dell'Epoca Vittoriana.
    Preziose le foto che hai inserito ; trovo molto toccante l'ultima , scattata nel 1889 in un vialetto di chissà quale maestoso giardino : una " garbata ed elegante Signora" , abbagliata dal sole... una Regina Vittoria inusuale !
    Buona serata ,
    Franca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Franca
      un'autentica rivelazione lo è stata anche per me, te lo assicuro, visto che solamente ora in occasione della mostra al Getty Museum la regina Elisabetta II esibisce queste foto per la prima volta mettendoci così a conoscenza di qualcosa che era rimasto relegato ai 'segreti' di famiglia.
      Bellissimo questo tuo commento, non so dirti quanto mi piaccia, bellissime le tue parole, ti ringrazio davvero, l'ho pubblicato con tanta tanta gioia e ti confesso che l'ultima foto è quella che preferisco anche io, ritrae un'atteggiamento talmente spontaneo che ho pensato meritasse di essere messa in fondo, quasi come congedo !
      Nel timore di non arrivare in tempo per augurarti una piacevole serata, ti auguro direttamente una dolce notte cara amica mia ❤♡❤

      Elimina
  2. Dany, this is such a coincidence! I was just reading an article (I wish I could remember where!) about Queen Victoria, and her love of photography. Actually, it was during the Victorian era when cameras became more popular, and many were quite enamored with them.

    As with all your posts, I so enjoyed reading this, my dear friend. Thank you.

    I wish you a beautiful week. xo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Lisa
      it's really incredible .. unbelivable ... and I'm so glad to deal with a topic that, without knowing it at all, is of your interest and liking, dear .. after all, we're talking about the origins of the photography and you're a great professional photographer !
      I really feel to thank you deeply for all the beautiful words you always give to me ♡
      ❖ Sending hugs my dearest friend, hugs and love ❖

      Elimina

      Elimina
  3. Daniela, thanks so much for the history lesson. I never knew that about Queen Victoria. She was an amazing woman. Beautiful post and a very pleasant surprise to learn this bit of information. Thank you for sharing.

    Janet

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Janet
      I'm so glad to read that this post was pleasing to you, for me it is always a great joy reading your words of enthusiasm, Janet !
      Hugs and many thanks to you, my dear friend ❥

      Elimina
  4. Che incanto queste foto, adoro la Regina Vittoria,
    ho da poco letto la sua biografia con un tale piacere....
    Grazie Dany per questo lato ancora inedito, per le immagini
    e per questo bel tuffo sul suolo inglese!
    Love Susy x

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Susy
      grazie a te carissima amica mia perchè leggo dalle tue parole che ti è piaciuto ciò che hai letto, le foto che ho pubblicato e questo è quanto di meglio possa chiedere, mi 'alimento' del vostro entusiasmo e poi, emotivamente parlando, mi lascio contagiare e alla fine, dopo aver letto i vostri commenti, sono entusiasta anche io :D !!!
      Un forte abbraccio, mi sei così cara, buon pomeriggio ✿⊱╮

      Elimina
  5. Ho sempre conosciuto il lato austero e conservatore di questa straordinaria Regina che ha dovuto fare i conti con l'accelerazione delle innovazioni sia dal punto di vista industriale che tecnologico in generale. Non l'ho mai considerata una delle mie sovrane preferite nonostante l'abbia sempre ammirata molto.Ultimamente però attraverso film, letture e oggi anche attraverso questo interessantissimo post ne sto scoprendo lati di umanità, semplicità e modernità che me la stanno facendo piacere sempre di più! Belle, bellissime queste foto che mostrano molta più 'umana' regalità rispetto ai pur bellissimi ma ben poco somiglianti quadri d'autore.. Un grande abbraccio e buona serata carissima amica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ laura
      preziosissime queste tue parole mia cara, leggendole capisco che sono riuscita nel mio intento ovvero quello di dare luce all'immagine di Victoria non regina, quell'aspetto che difficilmente ci è dato di imparare a conoscere dai libri di storia, volutamente, credo, sempre lasciato in ombra ... hai trovato il temine adatto, il profilo che della regina Vittoria abbiamo sempre visto ce l'ha rivelata come solenne, austera, ma era in realtà una persona modesta, semplice, molto poco staccata dal suo popolo e dai suoi problemi, quasi una regina borghese, ma la possiamo definire così solamente oggi alla luce di una serie di tentativi volti a farne valutare proprio quegli aspetti molto poco noti, se non del tutto sconosciuti, a tutti noi, aspetti forse ancor più nobili di quelli che sempre la storia e la tradizione le hanno attribuito.
      Ti ringrazio infinitamente per questo tuo commento, una grandissima gioia leggerlo, un piacere sconfinato averti come lettrice ed amica, felice serata a te ❤ !

      Elimina
  6. I think that's a great passion Queen Victoria had, lovely post of royal photography, Dany !
    Hope Spring is coming soon for you too ...
    Have a wonderful rest of the week, dear friend !
    Hugs,
    Sylvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Sylvia
      thank you for your words, my dear friend !
      Yes, Spring is arriving here too, perhaps even quite soon, the sun is already hot !
      Actually we've passed from Winter to Spring in one day, today we had 20°, far too many for not to get bad colds ... !
      I wish you a lovely evening, dear, before the weekend we're going to meet again ❦

      Elimina
  7. Dany, What a wonderful post! I liked looking at the photographs too.
    Your blog is one of the most interesting to me!
    I hope you have a wonderful day.
    Hugs

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ annie
      I'm so glad to read that you've enjoyed it and ... I'm flattered by your words ... !
      I embrace you with much love, my dear friend, and wish you a great weekend ahead ღ

      Elimina
  8. Good morning, my friend and what an interesting post! I am interested in anything about Queen Victoria. Thank you for sharing these photos and insights with us today - have a blessed week!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ June
      my dear, so you also are fond of everything about Victoria and the Victorians ... Maybe we're born in the wrong century ?!? :D
      I'm truly very happy that this topic is of your interest, my friend, and with a strong hug I wish you a wonderful, blessed weekend ♡♡♡

      Elimina
  9. This was so interesting, Dany! I never knew about this passion of Queen Victoria. It must have been a thrill for photographers to be called to take her photo and those of her family. It's wonderful this book was composed to show those photographs and tell the tale of her passion. Sorry I was late visiting. My grandsons were ill last week and I was helping my daughter-in-law by watching them for her while she worked.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Pat
      oh, you really don't have to be sorry, my dear friend, my posts are here for whenever you may and desire reading them, and, on the other hand, we all would like to stay here for hours, but our family and our lifes come before, of course !
      Rather, I hope that your grandsons are getting better now :)
      Sending a big big hug to you all ⊰♡⊱

      Elimina

I WHOLEHEARTEDLY THANK YOU FOR YOUR THOUGHTS AND WORDS, SO PRECIOUS TO ME.