mercoledì 7 maggio 2014

GARDEN HISTORY - The Victorian Walled Garden.






Quando ci troviamo ad osservare un giardino cinto da muri in pietra o in mattoni che avvolge un lato delle vecchie costruzioni coloniche della campagna inglese siamo portati ad interpretarlo quali espressione della tipica compostezza propria del popolo britannico, della misura, dell'ordine che caratterizza il suo 'modus vivendi', ma in realtà anche esso nasconde una storia che ne giustifica l'esistenza, la forma, la disposizione di ciò che lo colma e la collocazione rispetto l'edificio.

Nati come Kitchen Gardens, i primi giardini che apparvero sul retro della casa come sbocco dalla cucina contenevano alberi da frutto, ortaggi e verdure a foglia in genere, ed è per questo che spesso venivano chiamati anche Walled Vegetables Gardens e, poichè spesso esposti ai venti che ne compromettevano le semine, quella di munirlo di pareti che lo proteggessero fu la prima importante esigenza; inutile dire che l'orto di famiglia cintato era posto al sicuro anche dagli attacchi di animali selvatici senza contare che le pareti che lo proteggevano, irradiando calore, consentivano di collocarvi contro gli ortaggi che maggiormente ne abbisognavano.




Di dimensioni piuttosto contenute che variavano da 1 a 20 acri circa in stretta relazione con il numero dei componenti la famiglia, visto che era di esclusivo utilizzo dei proprietari ( si calcolava generalmente che un acro, corrispondente a 0,4 ettari, producesse a sufficienza per un nucleo familiare di dodici persone ), il Kitchen Walled Garden era spesso corredato di piccole serre, minuscole 'garden glasses' per i generi più delicati, che vi venivano addossate alle pareti essendo queste sempre alte almeno un metro e mezzo; a titolo di curiosità mi piace dirvi che il Royal Kitchen Walled Garden del castello di Windsor - poichè anche le residenze nobiliari ne erano fornite, ma, ovviamente a prendersene cura non erano di certo i proprietari quanto piuttosto appositi giardinieri - fatto costruire dalla regina Victoria nel 1844 era inizialmente di 22 acri e fu successivamente ampliato fino a raggiungere l'ampiezza di 31 acri. 

Non era facile prendersene cura innanzitutto perchè difettava dell'acqua corrente per irrigarlo: l'acqua veniva infatti raccolta nel pozzo più vicino e poi trasportata in bidoni appositi per essere gradualmente distribuita e così veniva fatto con il letame che serviva per concimarlo; un angolo poi dello spazio del Kitchen Walled Garden veniva adibito alla preparazione di quello che noi oggi chiamiamo terriccio ed, il più lontano possibile dall'abitazione, in una una zona riparata, veniva preparato il compostaggio, spesso con gli avanzi della cucina che talvolta venivano bruciati per essere più facilmente utilizzati quali concime minerale dalle piante.




Talvolta articolati in più stanze collegate da arcate e camminamenti per dividere i generi coltivati i Walled Garden ci riportano per la loro struttura e funzione all'hortus conclusus di cui erano forniti castelli e monasteri dell'Europa centrale durante il periodo medioevale in cui venivano coltivate erbe aromatiche e medicamentose, oltre che ortaggi e frutti.

Questo fino al XVIII secolo, quando l'economia era ancora principalmente rurale.

Con l'epoca vittoriana, quando l'economia sarà sempre meno legata alla coltivazione dei fondi e sempre più orientata verso l'industrializzazione, e, grazie al commercio, vi sarà una crescente disponibilità di frutta e verdura provenienti dall'estero a prezzi sempre più concorrenziali ed economici, le residenze di campagna divennero meta di villeggiatura e perciò il Kitchen Walled Garden venne trasformato, a piacimento della padrona di casa, in un piccolo giardino, che, assecondando la squadratura dello spazio, sarà governato da un certo rigore formale, molto simile a quello che caratterizzava i giardini del settecento europeo o piuttosto da aiole per piante bulbose, rizomatose, piccoli cespugli da fiore.













Oggi i Walled Garden rappresentano per noi probabilmente l'elemento più carismatico delle residenze che punteggiano la campagna britannica ed irlandese, quell'elemento che le impreziosisce ed aggiunge un tocco di personalità all'intera struttura architettonica;










le pareti che li delimitano sono state col tempo personalizzate con originali merlature, sovente a gradoni, che sono subentrate alle più essenziali finiture di un tempo, gli accessi sono ora spesso sormontati da prestigiosi rampicanti 








ed, ancor memori della storia che li ha motivati e caratterizzati, fanno parte di tutto quel bagaglio di antichi elementi architettonici che rendono affascinanti i vecchi edifici.

E dopo aver respirato un po' di aria di passato camminando per gli antichi Walled Garden, vi lascio augurandovi con tutto il mio affetto ogni bene.


A presto 











Fonti bibliografiche:

Susan Campbell, Walled Kitchen Gardens, Shire Album, 2006 ( qui ne trovate una
anteprima)

Jennifer Davies, The Victorian Kitchen Garden, 1987

Twigs Way, The Cottage Garden, Shire Library, 2011










- picture 1



When we watch a garden enclosed by stone or brick walls wrapping around one side of the old colonial buildings of the English countryside we are inclined to interpret it as an expression of the composure typical of the British people, of the sense of the measure and of the order that characterize their ' modus vivendi ' , but in fact it also hide a story that justifies its existence, its shape, the arrangement of what fills it and its position respect of the building.

Born as Kitchen Gardens, the first gardens that appeared on the back of the house as an outlet from the kitchen contained fruit trees, vegetables and leafy vegetables in general, and that is why they often were also called Vegetables Walled Gardens, and, for they were often exposed to winds which compromised sowing, that of protecting it with walls was the first important requirement; needless to say that the place of the garden of family, when walled, was safe even from the attacks of wild animals not to mention that the walls that protected it, radiating heat, made it possible to place against them the vegetables that needed it most.


- picture 2


Rather small in size ranging from 1 to about 20 acres in close relation with the number of the members of the family, as it was for the exclusive use of the owners ( usually it was supposed that an acre, equivalent to 0.4 hectares, produce enough to a family of twelve persons), the Walled Kitchen Garden was often accompanied by small greenhouses, tiny ' garden glasses ' for the more delicate vegetable kinds, that were placed against the walls as these were usually at  least a meter and a half high; as a curiosity I like to tell you that the Royal Kitchen Walled Garden at Windsor Castle - even the mansions were provided, but , of course, to take care of them weren't the owners but special gardeners - made built by Queen Victoria in 1844 was initially of 22 acres and was later expanded to reach the extent of 31 acres.

It wasn't so easy to take care of them first of all because it lacked running water to irrigate them: in fact, the water was collected in the nearest well and then transported in special bins to be distributed gradually and so was made with the manure that was used to fertilize it; then a corner of the Kitchen Walled Garden was used for the preparation of what we now call topsoil and, as far as possible from the house, in a sheltered area, was prepared the composting, often with scraps from the kitchen that were sometimes burned to be more easily used as mineral fertilizer by plants.


- picture 3


Sometimes divided into several rooms connected by walkways and arches to divide cultivated genres the Walled Garden, because of their structure and function, take us back to the hortus conclusus of which were provided castles and monasteries of the central Europe during the medieval period in which they were cultivated aromatic and medicinal herbs, as well as vegetables and fruits.

This until the eighteenth century, when the economy was still mainly rural.

By the Victorian era, when the economy will be less and less linked to the cultivation of funds and increasingly oriented towards industrialization, and, thanks to trade, there will be an increasing availability of fruits and vegetables from abroad at prices more competitive and economic, the residences of the countryside became a tourist destination and therefore the Kitchen Walled Garden was transformed, at will of the mistress of the house, in a small garden, which, complying with the squaring of space, will be governed by a formal rigor, very similar to that which characterized the XVIIIth-century European gardens or rather by flower beds for bulbous, rhizomatous, small flowering bushes.


- picture 4


- picture 5


- picture 6


Today the Walled Garden are for us probably the most charismatic elemnet of the residences that dot the British and Irish countryside, the element that enriches and adds a touch of personality to the entire architectural structure;


- picture 7


- picture 8


- picture 9


the walls defining them have been customized with original battlements over time, often with steps, which are successors to the most essential details of a time, the accesses are now often surmounted by prestigious climbing


- picture 10


- picture 11



and, still mindful of the history that motivated and characterized them, are part of all that baggage of ancient architectural elements that make so fascinating the very old buildings.


And after breathing a little 'air coming from the past' walking through the old Walled Garden, I'm leaving you while wishing, with all my love, all the best. 

See you soon 










Bibliographic sources:

Susan Campbell, Walled Kitchen Gardens, Shire Album, 2006 ( here you may find a short preview )

Jennifer Davies, The Victorian Kitchen Garden, 1987

Twigs Way, The Cottage Garden, Shire Library, 2011


18 commenti:

  1. Passeggiare virtualmente fra i vialetti dei Walled Gardens del tuo post è davvero piacevolissimo , ora , mentre fuori c'è un fior di temporale!
    E poi mi hanno ricordato da subito l'ordinato giardino del burbero Signor McGregor , sempre occupato a rincorrere quel tenero pasticcione di Peter Coniglio...quante storie raccontate ai miei figli , da cuccioli .
    Questi giardini inglesi sono i miei preferiti, in quanto li trovo armonici , vivaci e anche se giardini regali, hanno sempre il pregio di presentarsi senza artifici , ma naturalmente eleganti, lasciando parlare la Natura.
    Possibile che tutto quello che è "British" mi scaldi il cuore?
    Serenissima serata , Daniela
    Franca

    RispondiElimina
    Risposte

    1. @ Franca
      anche qui ieri il tempo si è scatenato dall'imbrunire in poi, ma per fortuna il cielo nella notte si è velocemente rasserenato ed ora è tornato a splendere il sole !
      Sono sempre felicissima di leggere i tuoi deliziosi commenti ed ancor più lo sono nel vedere trasparire tra le righe il tuo entusiasmo, ti ringrazio sinceramente con tutto il cuore !
      Trascorri una giornata colma di cose liete mia carissima amica, grazie ancora ... per tutto !
      Un abbraccio colmo di tanto affetto ♡♡♡

      Elimina
  2. Dany, these gardens are really beautiful.
    I'd not heard of walled gardens before reading this.

    I wish you a beautiful week, sweet friend. xo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Lisa
      I love to read that I've choosen a topic you like, that surprises you of that you hadn't heard about before, so it means it was interesting and endearing !!
      Sending hugs and many, true thanks, my dearest frend ❥

      Elimina
  3. Tu si che sai sempre risvegliare i miei sogni....
    Ne vedo sempre di questi muretti in Inghilterra e penso sempre
    che siano molto affascinanti perchè raccontano tantissima storia.
    Li abbraccerei tutti, lo so che può suonare molto strano, ma è così davvero!!!
    All'interno poi racchiudono giardino meravigliosi, oppure orti, proprio come nelle
    bellissime foto che hai postato
    Un abbraccio mia cara e buon fine settimana, speriamo di sole
    Love Susy x

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Susy
      per me è un sogno averti qui carissima !
      Felice di dilettarti e di donarti attimi di serenità auguro anche a te un weekend accompagnato dal sole, se non da quello che brilla in cielo, sicuramente da quello della gioia !
      Un abbraccio colmo di affetto ✿⊱╮

      Elimina
  4. Oh, I so love these beautiful gardens, Dany !
    At the moment it's raining cats and dogs here ... how I wish the sun was shining and I could stroll through one of these gardens now ... :-)
    Thanks for another wonderful post !
    Enjoy your weekend, sweet friend !
    Hugs,
    Sylvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Sylvia
      today the weather isn't so bad here, but this Spring it's awful crazy, believe me, it's so easy to run into a storm every day even if it begins with the sun shining in the sky !!
      Hoping that the sun comes back very very soon to brighten your weekend, my dear, I thank you and wish you a lovely day ❤

      Elimina
  5. So much gourgeousness in this post, Daniela!
    Have a lovely Sunday ahead, dear. xo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Kia
      good morning to you, my dear !
      It still doesn't seem real that you're back, I'm truly so much happy to read your beautiful words !
      I wish you a wonderful day and a lovely new week ahead, dear sweet friend
      ღ Huggles ღ

      Elimina
  6. Finalmente ho trovato il momento giusto per dedicarmi alla lettura di questo bel post che sapevo mi avrebbe donato quella magia e serenità' dopo una lunga giornata intensa che tanto agognavo.. Che bello sarebbe poter passeggiare anche solo mezz'ora da soli all'imbrunire o di prima mattina con i propri pensieri..sono sicura che spunterebbe un bel sorriso a chiunque ; un caldo abbraccio mia cara amica e buon inizio settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ laura
      ci sono articoli che mi attirano al punto di avere il piacere di leggerli e scorrerli con lo sguardo con tutta la calma che desidero, e sapere che tu hai pensato questo del mio, beh, mi fa un immenso piacere, perchè so perfettamente cosa significa !
      E' quello il motivo per cui ancora non sono passata a leggere il tuo ultimo post, mi piace farlo con la calma che da giorni, purtroppo mi manca, perdona il mio ritardo !
      Felice, anzi felicissima di averti donato attimi sereni, non mi resta che ringraziarti con tutto il cuore ed augurarti, ormai, una notte serena ... a domani mia carissima amica, ti abbraccio ♡ ♥ ♡

      Elimina
  7. What enchanting gardens you share with us on this post Daniela. They are the gardens of dreams and fairy tales. I love to visit old castles and mansions to see their grand gardens. It is such a thing f beauty. I hope you had a lovely Sunday.

    Janet

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Janet
      ancient gardens are really a thing of beauty, sometimes even more than houses, they keep their history and show the personality of who has given them life, I also feel much fascinated with them.
      I'm far too glad you've enjoyed this reading and with much joy I wish you a great new week, my dear !
      ஜ Sending warm hugs ஜ

      P.S.: About my Sunday a day of sun has finally let me work in my garden, there's so much to do in this period of the year, but if the weather 'doesn't agree', it's a problem, work goes on increasing ... fortunately, after several rainy days, the sun has come back !!!

      Elimina
  8. che sogno Dani... quanto mi piacerebbe, dai che ho visitato ieri nel Monferrato un giardino che ha le stesse caratteristiche? Nato come orto e ora in stile cottage... ti piacerebbe. Da quelle parti tutte le case antiche hanno una corte interna che serba meraviglie!!!
    un bacione
    s

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ s
      ma pensa, qui nel Monferrato !
      So che abbiamo delle autentiche meraviglie qui vicino, ma dell'esistenza di questo giardino giuro, non ne sapevo nulla ... eccome se mi piacerebbe !
      Mi farebbe piacere sapere dove si trova di preciso, vorrei davvero vistarlo se è aperto al pubblico ...
      Grazie Simo, un bacione a te, trascorri un pomeriggio sereno e fammi sapere ;) ♥ !

      Elimina
  9. I would probably benefit from a walled garden as it might keep my daily deer visitors out! :) I'm not sure it would hamper the many rabbits that also live in my yard. I have given up trying to grow much, as the animals eat it all--but that is OK --I love to watch the animals too!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Pat
      I do perfectly understand what you mean ... I like to watch wild animals such as rabbits from the windows of my home or just running next to me when I'm in the garden, but in the woods around us live even big and harmful animals such as wild boars and that's why we've decided to put a wooden fence that obstructs only the entrance of those damaging animals, a sort of compromise between nature and us !
      On the other hand there's no doubt that a walled garden is certainly very fascinating !
      Sending much love ❤ ♡ ❤

      Elimina

I WHOLEHEARTEDLY THANK YOU FOR YOUR THOUGHTS AND WORDS, SO PRECIOUS TO ME.